Corinthians indenne: i campioni del Santos fuori

Danilo
Danilo: un gol che vale la finale

Non è passato molto tempo dal doppio confronto di semifinale in Champions League tra Chelsea e Barcellona. Quanti avrebbero scommesso sulla qualificazione alla finale dei blues di Di Matteo? Pochissimi, forse nessuno. In Sud America è successo qualcosa di molto simile. I campioni in carica del Santos, alla vigilia dei 180 minuti contro il Corinthians per ottenere il pass alla finalissima della Libertadores 2012, avevano dalla loro il favore di tutti i pronostici. Nel calcio vincere è difficile, ripetersi ancora di più e non sempre vincono i migliori. Nella Libertadores i campioni uscenti erano indicati come sicuri vincitori, soprattutto per avere in squadra Neymar. Ma se nel Barca Messi era in ottima compagnia con i vari Xavi, Iniesta, Busquets, Pique e Sanchez, Neymar non poteva contare su una compagnia di alto livello così nutrita e questo avrebbe dovuto consigliare maggiore prudenza a chi dava per spacciato il Corinthians. L’undici di Tite pur non potendo vantare nessun fuoriclasse, si è dimostrato squadra tostissima, ben organizzata in difesa (il provvisorio vantaggio del Santos siglato da Neymar è appena il terzo gol subito dall’inizio del torneo) e meritevole della qualificazione alla finale. Dove affronterà la vincente di Universidad Chile-Boca Juniors, che si sfideranno stasera a Santiago, con gli argentini che partono dal 2-0 ottenuto una settimana fa alla Bombonera.
In uno stadio Municipal tutto esaurito, la doccia gelata per i tifosi del Timao arriva al 36′ quando Neymar sigla l’uno a zero. Settimo centro in coppa per il giovane fuoriclasse che porta il match in perfetta parità per la squadra di Muricy Ramalho, che pareggia così l’1-0 firmato all’andata da Emerson Sheik, stavolta assente per squalifica. La possibilità dei tempi supplementari viene negata da Danilo (quarta rete in questa Libertadores), che dopo appena tre minuti dall’inizio della ripresa perfeziona al meglio la punizione di Alex infilando Rafael con un delizioso sinistro scoccato dal limite dell’area piccola. Sono poche e non clamorose le occasioni per raddoppiare da una parte e dall’altra. Gli abbondanti 40 minuti di gioco a disposizione non regalano troppe emozioni e il risultato non cambia più. Grande euforia per il Corinthians che centra la prima finalissima della sua storia, delusione enorme per il Santos che vede sfumare la possibilità di concedere il bis e ora trattenere i suoi gioielli sarà impresa molto ardua: oltre a Neymar a rischio cessione anche Ganso e Rafael. ECL AMERICA

Coppa Libertadores 2012 – Ritorno semifinali / San Paolo, stadio Municipal Paulo Machado de Carvalho

CORINTHIANS-SANTOS 1-1 (0-1)

Corinthians: Cássio, Alessandro, Chicão, Leandro Castan, Fábio Santos; Ralf, Paulinho, Alex, Danilo; Jorge Henrique, Willian (Liédson 46′). Allenatore: Tite
Santos: Rafael, Henrique, Edu Dracena, Durval, Juan (Léo 75′); Arouca, Adriano (Elano 74′), Ganso, Alan Kardec; Borges (Dimba 80′), Neymar. Allenatore: Muricy Ramalho

Arbitro: Leandro Pedro Vuaden (Brasile)
Reti: Danilo 48′; Neymar 36′
Ammoniti: -

Il programma delle semifinali

Andata
Giovedi 14/06/2012
Santos-Corinthians 0-1
Venerdi 15/06/2012
Boca Juniors-Universidad Chile 2-0

Ritorno
Giovedì 21/06/2012
Corinthians-Santos 1-1
Venerdi 22/06/2012
Universidad de Chile-Boca Juniors

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.