Juve e Psg ai quarti

Gigi Buffon (Juventus)The dark side of the Champions League. Se il martedì di Champions ha riservato emozioni e spettacolo sia a Dortmund che a Manchester, lo stesso non può dirsi delle partite giocate a Torino e Parigi. Allo Juventus stadium i bianconeri, imbottiti di riserve, hanno disposto agevolmente del Celtic cui non è bastato l’orgoglio per evitare un’altra netta sconfitta dopo il 3-0 dell’andata. Un gol per tempo di Matri e Quagliarella ha dato il successo ai campioni d’Italia che nel primo tempo sono stati salvati in un’occasione da un grande Buffon (gran riflesso su tiro di Kris Commons deviato da Hooper) e dalla mira imprecisa di Ledley e Samaras. Ma il Celtic può reciminare ben poco, la Juventus ha trotterellato, trattando la partita come un’amichevole in cui era primario evitare infortuni. Alla fine restano negli occhi la gran parata di Buffon e il bellissimo lancio di Pirlo che al 65′ ha propiziato il raddoppio bianconero: l’ex rossonero scavalca la linea difensiva scozzese per trovare Vidal in area, il cileno porge la palla a Quagliarella che deve solo appoggiare. Nel dopo partita Conte pensa ai quarti e ammette che spera di evitare il Real Madrid, Lennon invece ringrazia i suoi e traccia la rotta per il futuro del Celtic: “In questa Champions League molti dei nostri giovani hanno fatto esperienza e si sono messi in mostra. Alcuni andranno via in estate, altri arriveranno. la nostra politica rimarrà questa: far crescere questi ragazzi, venderli e prenderne altri”. Una filosofia che garantirà conti in ordine – non è poco visti i guai capitati ai Rangers – ma nessun trofeo europeo.

Ezequiel Lavezzi (Psg)Al Parco dei Principi di Parigi il Paris Saint Germain doveva difendere il 2-1 conquistato a Valencia all’andata. la squadra di Ancelotti ha preso troppo alla lettera la missione, lasciando l’iniziativa agli spagnoli sin dalle prime battute. Privo dello squalificato Ibrahimovic il Psg è sceso in campo nella sua versione più apatica, incoraggiando le speranze di rimonta andaluse. Ispirati nella ripresa da un ottimo Ever Banega (come ha potuto Valverde lasciarlo fuori nei primi 45 minuti?) i valenciani hanno messo in difficoltà la retroguardia transalpina in almeno un paio di occasioni, per poi riuscire a sbloccare il risultato al 55′ con un gran destro dal limite di Jonas, che supera a mezza altezza Sirigu. Il Psg è frastornato e dopo la sconfitta maturata in campionato contro il Reims le paure aumentano. Ma al 66′ la fortuna viene in soccorso dell’intimorita Banda Ancelotti: una penetrazione centrale di Gameiro, subentrato al soporifero Thiago Motta, si conclude con un rimpallo che libera Lavezzi davanti a Guaita, l’ex napoletano tutto solo centra il portiere spagnolo ma la palla gli ritorna addosso e con una spinta di ginocchio la spedisce in rete. Il neoentrato Piatti e Banega si danno da fare per trovare il gol che manderebbe la gara ai supplementari ma negli ultimi venti minuti nessuno dei valenciani riesce ad andare più al tiro. Psg nuovamente ai quarti dopo 18 anni e Ancelotti a questo punto ci spera: “Nessuno conosce i limiti di questa squadra. Ora tutto è possibile”. Ma vista la concorrenza il Psg non è ancora la squadra che può vincere l’Uefa Champions League 2012-13. L’anno prossimo forse, questo proprio no. ECL EUROPA

UEFA Champions League 2012-13 – Ritorno ottavi di finale / Torino, Juventus Stadium

JUVENTUS-CELTIC 2-0 (1-0)

Juventus: Buffon; Barzagli, Marrone, Bonucci; Padoin, Vidal (66′ Isla), Pirlo (69′ Giaccherini), Pogba, Peluso (58′ Asamoah); Quagliarella, Matri. Allenatore: Conte
Celtic: Forster; Matthews (52′ Forrest), Wilson, Wanyama (46′ Ambrose), Izaguirre; Commons (73′ Lassad), Mulgrew, Ledley, Kayal, Samaras; Hooper. Allenatore: Lennon

Arbitro: Aydinus (Turchia)
Reti: Matri 24′, Quagliarella 65′
Ammoniti: Peluso; Izaguirre

UEFA Champions League 2012-13 – Ritorno ottavi di finale / Parigi, Parco dei Principi

PSG-VALENCIA 1-1 (0-0)

Paris Saint Germain: Sirigu, Jallet (Van der Wiel 27′), Alex, Thiago Silva, Maxwell; Matuidi, Thiago Motta (Gameiro 58′), Chantome, Pastore; Lucas Moura (Sakho 83′), Lavezzi. Allenatore: Ancelotti
Valencia: Guaita, Barragan, Victor Ruiz, Mathieu, Cissokho; Albelda (Ever Banega 46′), Costa, Feghouli (Piatti 63′), Dani Parejo, Jonas (Valdez 76′). Soldado. Allenatore: Valverde

Arbitro: Mazic (Serbia)
Reti: Lavezzi 66′; Jonas 55′
Ammoniti: Lavezzi; Victor Ruiz, Albelda, Dani Parejo, Soldado, Ever Banega.

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.