Sebastian Giovinco (Toronto) © 2018 LECHAMPIONS. All rights reserved.

La Champions di Giovinco

Non è più oggetto di cronaca nei quotidiani e nei programmi televisivi sportivi in Italia. Non è stato nemmeno più selezionato negli ultimi anni dai commissari tecnici che si sono succeduti nella panchina azzurra. Ma Sebastian Giovinco dà ancora del tu al pallone e come i vari Messi, Cristiano Ronaldo e Neymar insegue la Champions League. Per la precisione la Concacaf. La Champions del centro-nord America che da quest’anno parte direttamente dagli ottavi di finale. E ieri l’ex centrocampista della Juventus ha iniziato alla grande: un assist e un gol straordinari che hanno permesso al Toronto di superare a domicilio il Colorado Rapids. Nel gelo di Denver la formica atomica (in Canada dal 2015, 97 presenze e 60 gol finora) si scatena nella ripresa (ma anche nel primo tempo era andato vicino al gol per due volte): al 55′ mette sulla testa di Osorio un cross di precisione millimetrica, al 73′ fulmina Howard con un destro in semi rovesciata imprendibile. Questo netto successo permette ai canadesi di Greg Vanney di mettere più di un piede ai quarti in vista della gara di ritorno di mercoledì 28 febbraio.
Qualificazione al prossimo già in cassaforte anche per l’America che in Costarica ha travolto il Deportivo Saprissa per 5-1 (doppiette per Dominguez e Uribe) e per il Chivas Guadalajara (2-0 in casa del Chibao).
Le vittorie di misura del Tauro contro Dallas, del Tijuana sul Motagua, di Santa Tecla su Seattle e i pareggi tra Herediano e Tigres (2-2) e tra Olimpia e New York (1-1) hanno completato l’andata degli ottavi. LECHAMPIONS AMERICA