Toronto si arrende ai rigori, Chivas campione

Niente da fare per Sebastian Giovinco e il suo Toronto. Due suoi gol non sono bastati ai canadesi per avere la meglio sul Chivas de Guadalajara che ha cosi conquistato la sua prima Concacaf Champions League dopo la Champions Cup del lontano 1962. Saranno quindi gli uomini allenati da Matias Almeyda a disputare il prossimo Mondiale per Club. E il ‘regno’ dei club messicani prosegue: dal 2008 infatti la Concacaf è stata vinta sempre da squadre della Liga MX. Eppure ieri la grande prestazione dell’undici di Vanney stava per cambiare la storia. Dopo la rete iniziale di Pineda (bellissima finalizzazione su assist di Pizarro), a Zapopan gli ospiti erano riusciti a ribaltare il risultato portando la sfida in perfetta parità in virtù del ko di sette giorni fa. Altidore e l’ex juventino gli autori della rimonta già maturata prima del riposo. Il Toronto nella seconda parte della ripresa, e dopo il palo colito da Godinez, prova a chiudere definitivamente i giochi ma prima la formica atomica e poi Delgado non insaccano. Servono quindi i penalty (tempi supplementari non previsti) dove Giovinco non sbaglia ma risultano decisivi gli errori di Osorio (traversa) e dell’ex Chievo e Roma Bradley. E per Guadalajara (quattro penalty realizzati su quattro tentativi, di Zaldivar quello finale) inizia la festa davanti ai propri tifosi. LECHAMPIONS AMERICA

Concacaf Champions League 2018 – Finale ritorno / Zapopan, stadio Akron

CHIVAS GUADALAJARA-TORONTO 1-2 (4-2 dcr)

Chivas: Cota, Salcido (55′ Godinez), Hernandez, Alanis, Pereira, Pizarro, Perez (68′ Zaldivar), Pineda, Brizuela (68′ Lopez), Pulido, Cisneros. All. Almeyda
Toronto: Bono, van der Wiel, Morgan, Auro, Bradley, Vazquez (71′ Chapman), Hasler (57′ Hamilton), Osorio, Delgado, Altidore (85′ Aketxe), Giovinco. All. Vanney

Arbitro: Moncada (Honduras)
Reti: Pineda 19′; Altidore 25′, Giovinco 44′.
Ammoniti: Auro, Giovinco.