Il Kashima-brazil ipoteca la Champions asiatica

Non è finita ma il 2-0 del Kashima Antlers, a firma verdeoro, è un’ipoteca pesante sulla finale della Champions asiatica 2018. Tra una settimana nella finale di ritorno i nipponici dovranno resistere al prevedibile assalto del Persepolis, sostenuto dai 90mila dello stadio Azazi. Ben altra atmosfera rispetto al tripudio di bandiere rosse agitate dai 40mila tifosi per celebrare il successo dei campioni giapponesi.
I gol partita per il Kashima sono arrivati solo nella ripresa, per merito del duo brasiliano Leo Silva e Serginho. La prima segnatura arriva al 58′ con Silva bravo a trovare l’angolino basso alla destra di Alireza Beiranvand, con un rasoterra dal limite. Il raddoppio al 70′ in mischia con Serginho, che arriva in corsa dalla destra e supera l’estremo difensore ospite con un tocco morbido di esterno sinistro sul palo più lontano. Nei minuti di recupero secondo giallo per Nemati, che lascia gli iraniani in dieci e salterà il ritorno a Teheran tra una settimana.
Il Kashima, che nel 2016 ha partecipato al Mondiale per club e raggiunto la finale da campione nazionale del paese ospitante, è a un passo dalla conquista della prima Champions asiatica della sua storia. Ma mai dare il Persepolis per finito. Già negli ottavi contro l’Al Jazira che nei quarti contro l’Al Duhail, gli iraniani hanno saputo ribaltare in casa le sconfitte subite in trasferta nelle gare di andata. Stavolta però i gol da rimontare sono due. Difficile ma non impossibile. LECHAMPIONS ASIA

AFC Champions League 2018 – Finale di andata / Kashima, Kashima Soccer stadium

KASHIMA ANTLERS-PERSEPOLIS 2-0 (0-0)

Kashima Antlers: Sun-Tae Kwoun, Gen Shoji, Jung Seung-Hyun, Yamamoto, Nishi, Léo Silva, Kento Misao, Abe (Anzai 69′), Doi (Nagaki 80′), Suzuki, Serginho (Kanamori 91′). Allenatore: Oiwa
Persepolis: Beiranvand, Ansari, Hosseini, Mosleh, Khalilzadeh, Resan, Kamyabinia, Nourollahi (Alishah 70′), Nemati, Mensha, Alipour. Allenatore: Ivankovic

Arbitro: Ma Ning (Cina)
Reti: Léo Silva 58′, Serginho 70′
Ammoniti: Abe; Khalilzadeh, Nemati
Espulso: Siamak Nemati (92′)