CAF: ES Tunis ok, Mazembe braccato

Con un agevole 2-0 contro l’Horoya, l’ES Tunis si qualifica ai quarti di finale della CAF Champions League 2019. Vittoria importante per i tunisini (2-0 grazie all’autorete di Assoko e alla zampata all’83’ di Kom) i quali non potevano sbagliare l’impegno casalingo con i guinesi che, prima del match giocato a Rades, erano in ritardo di solo un punto in classifica. Gli uomini allenati da Patrice Neveu ora cercheranno di confermare la seconda piazza (che significa passaggio del turno) del gruppo B nel big match della sesta giornata dove ospiteranno l’Orlando Pirates. I sudafricani venerdì scorso hanno ‘steccato’ in casa pareggiando (2-2) col fanalino di coda Platinum e restando così terzi.
Il grande equilibrio in questa fase della Champions africana non si limita solo al raggruppamento predetto. In quello A è il Mamelodi Sundowns ad essere vicinissimo alla metà: grazie alla vittoria (netto 3-0) sul Lobi Stars guida la classifica con 10 punti. Wydad Casablanca e ASEC Mimosas sono appaiate a 3 lunghezze dopo che gli ivoriani si sono aggiudicati (2-0) lo scontro diretto e pure per loro sarà decisivo l’ultimo turno. Anche nel girone C la leader della classifica ha 10 punti: è il Club Sportif de Constantine che però ieri ha perso di misura tra le mura amiche con il Club Africain che sale a 7. La sorprendente vittoria dei tunisini e la riammissione concessa all’Ismaily lo scorso 10 febbraio (con conseguente recupero della terza e quarta giornata) hanno messo in una situazione da dentro o fuori il Mazembe (8). I congolesi hanno pareggiato proprio sul campo degli egiziani e il prossimo weekend sono costretti alla vittoria casalinga con il Constantine. Un risultato diverso a Lubumbashi e l’eventuale (prevedibile) successo del Club Africain con l’Ismaily li condannerebbe all’eliminazione. Se nei primi 3 gruppi c’è già una squadra eliminata così non è in quello D: il Simba, ieri sconfitto 2-0 in casa del Saoura, ha 6 punti, soli 2 in meno appunto della capolista algerina. In mezzo, a quota 7, la coppia Al Ahly-Vita Club, appaiate in virtù dell’1-0 (a Kinshasa decisivo Kisinda nei minuti finali) con cui i congolesi hanno messo in cascina tutto il bottino. Il prossimo 16 marzo in Al Ahly-Saoura e Simba-Vita Club lo spettacolo è assicurato: solo 2 saranno tra le migliori 8. LECHAMPIONS AFRICA