Felipe Melo mette in fuga il Palmeiras

Tanti ex serie A i protagonisti nella ‘prima tranche’ della seconda giornata di fase a gironi della coppa Libertadores 2019. Ex forse messi da parte troppo presto dal campionato italiano e che in Sudamerica stanno facendo vedere di essere ancora molto validi. Partiamo da Felipe Melo che oggi, e oramai due anni, veste la maglia del Palmeiras. L’ex giocatore di Fiorentina, Juventus e Inter è stato l’autore del gol (di testa) che ha dato il ‘la’ all’importante successo dei brasiliani sul Melgar. Di Ricardo Goulart e Deyverson le altre segnature per i tre punti che permettono ai verdi di Scolari di andare in (mini) fuga nel gruppo F in attesa del match di domani tra San Lorenzo e Junior.
Con identico risultato il Boca Juniors, finalista della scorsa edizione,  ha regolato il Deportes Tolima dimenticando l’esordio poco felice (pari a reti bianche in casa del Jorge Wilstermann) della scorsa settimana. Alla Bombonera gli argentini sbrigano la pratica nella ripresa grazie all’autorete di Perez, a Benedetto e a Mauro Zarate servito da Carlos Tevez. La squadra di Alfaro si porta al comando del raggruppamento G e ci resterà qualsiasi sia il finale di Atletico PR-Wilstermann in programma domani notte. Oltre al Palmeiras altre due squadre viaggiano a punteggio pieno: Nacional e Libertad. Nel girone E gli uruguaiani hanno ottenuto una prestigiosa vittoria sull’Atletico Mineiro grazie a un’incornata dell’ex Catania e Sampdoria Gonzalo Bergessio. In quello H i paraguaiani hanno violato il campo del Gremio con il gol siglato con un piattone destro da Bareiro nei minuti di recupero della prima frazione. Mini crisi quindi per gli uomini di Renato Gaucho fermati (1-1) dal Rosario nel match d’esordio di sette giorni fa; la partita del prossimo 5 aprile in casa dell’Universidad Catolica è già decisiva per il loro cammino in coppa. LECHAMPIONS AMERICA