Beffa Penarol: è fuori dalla Libertadores

Sorpresa nella sesta giornata della fase a gironi della Coppa Libertadores 2019. Il Penarol, nel gruppo D, non va oltre il pari a reti bianche contro il Flamengo e il contemporaneo e largo successo della Liga de Quito contro il San José condanna all’eliminazione gli uruguaiani. Lo zero a zero ha confermato in vetta alla classifica i gialloneri e i brasiliani che però sono stati raggiunti a quota 10 punti dagli ecuadoriani. Questi ultimi, grazie a una differenza reti migliore (proprio per il poker rifilato ieri ai già retrocessi boliviani), scavalcano in classifica proprio la squadra dell’ex difensore del Cagliari Diego Lopez e si qualificano agli ottavi di finale. Fase a eliminazione diretta acciuffata in extremis invece dal Gremio che nel match da dentro o fuori contro il Deportivo Lara vince grazie a una rete per tempo. Nell’ultimo turno del raggruppamento H, con brasiliani e cileni appaiati a quota 7 punti dietro al già promosso Libertad (ieri sconfitto 2-1 in Argentina dal già retrocesso Rosario Central), la squadra dell’ex Roma Renato Gaucho si è imposta con Alisson e Thaciano senza mai subire gli ospiti troppo rinunciatari. In occasione della rete del vantaggio da segnalare il lunghissimo lancio effettuato da Michel che ha praticamente messo davanti a Dituro il numero 23 bomber di casa. Nella notte tra giovedì e venerdì si sono infine giocate le ultime quattro partite di questa fase. Nel girone C gli occhi erano puntati su Godoy Cruz-Universidad Cocepcion e ad avere la meglio sono stati gli argentini che hanno quindi conquistato la qualificazione (insieme al già promosso Olimpia che però non ha chiuso in bellezza perdendo in casa con lo Sporting Cristal) proprio ai danni dei cileni. In quello G la grande attesa era per lo scontro al vertice tra Boca Juniors e Atletico PR che il primo si è aggiudicato in rimonta (gol ospite di Ruben) grazie alle reti di Lopez al 72′ e dell’ex juventino Tevez al 95′. Questo successo permette agli xeneizes di passare agli ottavi come primi a quota 11 punti davanti ai brasiliani fermi a 9. LECHAMPIONS AMERICA