Guangzhou Evergrande © 2019 LECHAMPIONS. All rights reserved.

Derby e quarti per Guangzhou e Kashima

Ci sono voluti i tiri dal dischetto per far qualificare il Guangzhou Evergrande ai quarti di finale di AFC Champions League al Guangzhou Evergrande. La squadra allenata da Fabio Cannavaro ha vinto la lotteria dei calci di rigore nel derby cinese contro lo Shandong Luneng per 6 a 5. Decisivo dagli undici metri l’errore di Cui Peng in campo dal 90′ al posto dell’altro italiano nel terreno di gioco, l’attaccante Graziano Pellé. A Ji’nan infatti non sono stati sufficienti i tempi regolamentari terminati con il punteggio di 2-1 per i padroni di casa che avevano perso con identico risultato la gara di andata. Nei supplementari il 3-1 di Liu Junshuai e il 3-2 di Paulinho (ieri anche il momentaneo 0-1 per l’ex Tottenham) avevano ‘deciso’ i rigori, a lieto fine per il Campione del Mondo 2006.
La seconda squadra a ottenere derby (stavolta giapponese) e pass per i quarti è stata il Kashima Antlers. L’uno a zero dei primi 90′ firmato Serginho ha reso indolore il ko in rimonta subito a Hiroshima contro il Sanfrecce. La doppietta di Doi ha infatti vanificato le due reti di Patric e quella di Sasaki.
Il Guangzhou non è stata l’unico club a ringraziare i rigori: sono serviti anche allo Shanghai SIPG per avere la meglio sul Jeonbuk Motors. Uno a uno il parziale a Jeonju (l’ex Porto Hulk risponde a Kim Shin-Wook) poi, dopo i tempi supplementari, hanno deciso l’errore di Lee Dong-Gook e il centro dell’ex Chelsea Oscar.
La quarta squadra ha superare il turno è l’Urawa Reds autrice di una vera e propria impresa. Sconfitta in casa per 2-1 nella gara di andata con l’Ulsan, in Corea ha ribaltato tutto con la doppietta di Koroki e il gol di Ewerton. Le altre partite valide per gli ottavi di finale sono in programma tra il 5 e il 13 agosto prossimi. LECHAMPIONS ASIA