Guangzhou Evergrande © 2019 LECHAMPIONS. All rights reserved.

Derby e quarti per Guangzhou e Kashima

Sono stati i calci di rigore a regalare i quarti di finale di AFC Champions League al Guangzhou Evergrande. La squadra allenata da Fabio Cannavaro ha vinto la lotteria dal dischetto nel derby cinese contro lo Shandong Luneng per 6 a 5. Decisivo dagli undici metri l’errore di Cui Peng in campo dal 90′ al posto dell’altro italiano nel terreno di gioco, l’attaccante Graziano Pellé. A Ji’nan infatti non sono stati sufficienti i tempi regolamentari terminati con il punteggio di 2-1 per i padroni di casa che avevano perso con identico risultato la gara di andata. Nei supplementari il 3-1 di Liu Junshuai e il 3-2 di Paulinho (ieri anche il momentaneo 0-1 per l’ex Tottenham) avevano ‘deciso’ i rigori, a lieto fine per il Campione del Mondo 2006.
La seconda squadra a ottenere derby (stavolta giapponese) e pass per i quarti è stata il Kashima Antlers. L’uno a zero dei primi 90′ firmato Serginho ha reso indolore il ko in rimonta subito a Hiroshima contro il Sanfrecce. La doppietta di Doi ha infatti vanificato le due reti di Patric e quella di Sasaki.
Il Guangzhou non è stata l’unico club a ringraziare i rigori: sono serviti anche allo Shanghai SIPG per avere la meglio sul Jeonbuk Motors. Uno a uno il parziale a Jeonju (l’ex Porto Hulk risponde a Kim Shin-Wook) poi, dopo i tempi supplementari, hanno deciso l’errore di Lee Dong-Gook e il centro dell’ex Chelsea Oscar.
La quarta squadra ha superare il turno è l’Urawa Reds autrice di una vera e propria impresa. Sconfitta in casa per 2-1 nella gara di andata con l’Ulsan, in Corea ha ribaltato tutto con la doppietta di Koroki e il gol di Ewerton. Le altre partite valide per gli ottavi di finale sono in programma tra il 5 e il 13 agosto prossimi. LECHAMPIONS ASIA