Flamengol

Sarà il Flamengo a sfidare il River Plate nella finale della Coppa Libertadores 2019. I rossoneri ci arrivano dopo un roboante 5-0 rifilato al Gremio in un Maracanà gremito in ordine di posto. Una partita senza storia che avrebbe forse potuto essere diversa se Maicon al 18′ avesse siglato il gol del vantaggio ospite. Una grande occasione, da pochi metri, quella capitata sui piedi dell’ex San Paolo più difficile da fallire che da perfezionare. Come quella al 26′ di Bruno Henrique: il suo colpo di testa in tuffo se avesse centrato lo specchio non avrebbe lasciato scampo a Paulo Victor. L’attaccante di Jorge Jesus si rifà però prima del riposo quando insacca su una deviazione dello stesso portiere che non è riuscito a bloccare un bel diagonale di Gabigol. Nemmeno il tempo di riprendere il match e il bomber di proprietà dell’Inter, che in Brasile è rinato, raddoppia: gran sinistro al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo e palla sotto la traversa. Al 56′ il numero 9 di casa chiude i giochi siglando un penalty concesso dall’arbitro argentino Loustau per un fallo di Pedro Geromel ai danni dello scatenato Bruno Henrique. L’Imortal Tricolor non c’è più e allora c’è spazio per la goleada con le incornate di Pablo Mari al 67′ e di Rodrigo Caio al 71′. L’appuntamento per la finale di Santiago del Cile è per il prossimo 23 novembre. Quel giorno il Flamengo tenterà di conquistare la seconda Libertadores della sua storia dopo quella vinta nel lontano 1981, il River sogna invece la quinta e il secondo successo consecutivo dopo l’affermazione a dir poco ‘particolare’ dello scorso 8 dicembre. LECHAMPIONS AMERICA