Al Hilal ringrazia Carillo (e Fukushima)

Un colpo di testa di Andre Carrillo firma l’1-0 dell’Al Hilal sull’Urawa Reds nella finale di andata dell’AFC Champions League 2019. A Riad andava in onda il primo round della rivincita della finale 2017, che aveva visto i rossoneri giapponesi prevalere di misura sui biancoblù arabi.
Due anni dopo l’equilibrio tra le due squadre sembra immutato. Partita bloccata, con l’Al Hilal che ha il controllo quasi totale del pallone e del campo, mentre i Red Diamonds giocano una gara a trazione arretrata, attenti a non lasciare varchi ai padroni di casa per provare a sorprendere con rapidi contropiede. L’occasione migliore, l’unica, per i nipponici arriva al 17′ con Sekine, che però vanifica tutto con una conclusione fiacca. Il momento decisivo arriva al 60′, quando l’ex Benfica Carrillo punisce da distanza ravvicinata un errore imperdonabile del portiere ospite Fukushima, che manca completamente il tempo sul cross dalla destra di Al Burayk e dà all’ala peruviana la possibilità di appoggiare di testa in rete nella porta vuota.
Unico errore ma molto pesante, che macchia l’ottima prestazione del debuttante Fukushima, all’esordio nel torneo a causa della squalifica del titolare Nishikawa. Un debutto da sogno sino a quel momento, grazie alla parate su Al Bulayhi e alla segnatura evitata con l’aiuto di Aoki sulla palla gol mancata da Sebastian Giovinco. Giocata che riassume la partita dell’ex juventino, meno brillante del solito, così come il compagno di reparto Gomis, entrambi incapaci di tramutare in gol l’enorme possesso di palla arabo (70 per cento).
Fra due settimane gara di ritorno in Giappone allo stadio Saitama, dove gli Urawa Reds cercheranno di conquistare la terza Champions asiatica della loro storia, la seconda in tre anni. LECHAMPIONS ASIA

AFC Champions League 2019 – Finale di andata / Riad, King Saud University Stadium

AL HILAL-URAWA RED DIAMONDS 1-0 (0-0)

Al Hilal: Abdullah Al Maiouf, Al Shahrani, Jang Hyun-Soo, Al Burayk, Albulayhi, Carrillo, Al Faraj, Al Dawsari, Otayf (Kanoo 89′), Gomis, Giovinco (Abid 87′). Allenatore: Rzvan Lucescu
Urawa Red Diamonds: Fukushima, Makino, Suzuki, Iwanami, Hashioka, Aoki, Fabricio, Ewerton, Nagasawa (Sugimoto 75′), Sekine (Ugajin 85′) Koroki. Allenatore: Tsuyoshi Otsuki

Arbitro: Ali Sabah Al Qaysi (Iraq)
Rete. Carrillo 60′
Ammoniti: Albulayhi