Article content ©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.

Monterrey e Al Hilal in semifinale

Le semifinali del Mondiale per club 2019 saranno Liverpool-Monterrey e Flamengo-Al Hilal. I campioni d’Europa, vincitori in campionato 2-0 sul Watford con doppietta di Salah, se la vedranno con il Monterrey, campione Concacaf, che ha superato 3-2 l’Al Sadd, campione nazionale del Qatar, paese ospitante. Una partita infiammata dallo splendido tracciante di Leonel Vangioni, che al 23′ illumina la serata con un gran gol dai 30 metri, che dà il vantaggio ai messicani, dopo che Gallardo aveva colpito la traversa già in avvio di gara. Nei minuti di recupero della prima frazione l’ex Atletico Madrid Gabi, faro del centrocampo dei qatarioti, regala il raddoppio agli avversari con un retropassaggio che diventa un assist per Funes Mori, che sigla il 2-0. Al 66′ Bounedjah dimezza lo svantaggio con un bel colpo di testa, che rimette in gara la squadra allenata dall’ex Barca Xavi, che nel turno preliminare aveva superato ai supplementari i neocaledoni dell’Hienghene Sport. Al 77′ Carlos Rodriguez trova il terzo gol per i Rayados, con Hassan che all’89’, con un gran tiro da circa trenta metri, sigla il secondo gol per i padroni di casa, che salva l’onore ma non la qualificazione. Il 3-2 finale regala ai campioni Concacaf la sfida col Liverpool, in programma mercoledì prossimo.

La sfida tra messicani e qatarioti era stata preceduta da quella tra l’Esperance Tunisi campione d’Africa e l’Al Hilal campione d’Asia. Partita equilibrata decisa al 73′ dal giramondo Gomis (ex Lione, Swansea e Galatasaray). Il 34enne centravanti transalpino, mandato in campo al posto di Cuellar solo al 65′, impiega otto minuti per dimostrare al tecnico di aver recuperato dall’infortunio che l’aveva tenuto fuori dall’undici titolare, con una prodezza tecnica che gli consente di aggirare il marcatore diretto e poi superare l’eterno Ben Cherifia nell’angolo basso. Martedì prossimo gli arabi se la vedranno in semifinale col Flamengo campione del Sudamerica. Brasiliani favoriti ma gli asiatici possono sorprendere. LECHAMPIONS