Liverpool campione del mondo 2019 Article content ©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.

Liverpool campione del mondo 2019

Un gol di Bobby Firmino al 99′ dà al Liverpool il Mondiale per club 2019, titolo mai conquistato prima dal club di Anfield. Trionfo sofferto, contro un Flamengo abilissimo nel neutralizzare l’impianto offensivo dei campioni d’Europa. Non casuale che il sigillo sul primo titolo mondiale dei reds sia del centravanti brasiliano, decisivo anche nella semifinale contro il Monterrey.
A 38 anni di distanza dal 3-0 firmato dal Flamengo di Zico sul Liverpool di Dalglish nella Coppa Intercontinentale, giocata a Tokyo, le due squadre si ritrovano a Doha con gli stessi colori di maglia di allora (bianche i brasiliani, rosse gli inglesi) ma con rapporti di forza ribaltati.

Intercontinentale 1981: Zico (Flamengo) inseguito da Kenny Dalglish (Liverpool)

Se nel 1981 i favoriti erano i brasiliani, complice anche l’atteggiamento inglese che aveva trattato la trasferta giapponese alla stregua di un fastidioso ricevimento da onorare nel mezzo di altri ben più importanti impegni. Del resto nessuno aveva mai snobbato il trofeo quanto i reds, che avevano rinunciato a disputare la sfida intercontinentale in occasione dei primi due trionfi in Europa: nel 1977, lasciando il posto ai vicecampioni d’Europa del Borussia Moenchengladbach, e nel 1978, negando, di fatto, l’opportunità di giocare la sfida anche ai campioni sudamericani del Boca Juniors. Il punto più basso della storia di un torneo, arrivato in quel momento a un passo dalla soppressione.
Fedele al suo calcio aggressivo, il Liverpool non si nasconde e nei primi cinque minuti sfiora il gol tre volte con Firmino al 1′, Keita al 3′ e Alexander Arnold al 5′. Nessuno dei tre centra la porta, sfiorando i legni difesi da Diego Alves. Il primo tiro nello specchio dei reds arriva solo a inizio ripresa per merito di Firmino, che dopo un sombrero ai danni di Willian Arão, batte a botta (quasi) sicura, colpendo il palo, con Diego Alves fuori causa. La partita si infiamma e al 53′ è Alisson a salvare i campioni d’Europa, con una parata eccellente su un fulmineo diagonale rasoterra di Gabigol. Poi è Salah ad andare vicino alla segnatura per due volte in dieci minuti. Al 68′ è Gabigol in rovesciata a chiamare nuovamente in causa Alisson. Al 75′ una distorsione alla caviglia toglie di mezzo Oxlade-Chamberlain, rimpiazzato con Lallana. Più pesante l’ingresso in campo di Diego al posto di Thiago Ribeiro all’81’: l’ingresso dell’ex mezzala della Juventus aveva spostato gli equilibri della finale di Libertadores e qualche giorno fa nella semifinale contro l’Al Hilal. All’86’ Diego Alves si supera per deviare sopra la traversa la conclusione dal limite di Henderson. Ma la vera occasione i campioni d’Europa la mancano al 92′ quando Mané, tutto solo davanti a Diego Alves, svirgola malamente dal limite, mancando un gol quasi fatto. Un errore così grossolano che anche il direttore di gara pensa determinato dall’intervento in scivolata di Rafinha. Il direttore di gara inizialmente assegna il penalty e ammonisce l’ex genoano, prima di tornare sui suoi passi dopo aver rivisto l’azione al Var: nessun rigore, nessun giallo. Supplementari. Al 99′ il gol che sblocca l’equilibrio: lancio di 40 metri di Jordan Henderson per Manè alle spalle della difesa brasiliana, stavolta la punta di Klopp non sbaglia, non forza la conclusione ma serve invece Firmino, due tocchi e arriva il gol il gol che punisce i connazionali. I reds hanno l’occasione di raddoppiare con Salah, ma l’occasione migliore capita a Lincoln che da ottima posizione gira al volo sopra la traversa. Pallasu cui muoiono le speranze del Flamengo di far propria una finale, dove ha dimostrato di avere qualità tattiche non inferiori a quelle tecniche, ben note. Raramente una squadra di Klopp era stata imbrigliata così efficacemente.
La sfida per il titolo era stata preceduta da quella per il terzo posto, andato ai campioni Concacaf del Monterrey, vincitori 4-3 ai calci di rigore sull’Al Hilal campione d’Asia, dopo che i regolamentari erano terminati sul 2-2. LECHAMPIONS

Mondiale per club 2019 – Finale / Doha, Khalifa International Stadium

LIVERPOOL-FLAMENGO 1-0 dts  (0-0)

Liverpool: Alisson, Alexander-Arnold, Gomez, Van Dijk, Robertson; Oxlade-Chamberlain (Lallana 75′), Henderson, Keita (Milner 100′); Salah (Shaqiri 120′), Firmino (Origi 106′), Mané. Allenatore: Jurgen Klopp
Flamengo: Diego Alves, Rafinha, Rodrigo Caio, Pablo Marí, Filipe Luís; Éverton Ribeiro, Gerson (Lincoln 102′), Willian Arão (Berrio 120′), De Arrascaeta (76′ Vitinho); Bruno Henrique (Diego 81′), Gabriel Barbosa. Allenatore: Jorge Jesus

Arbitro: Abdulrahman Al Jassim (Qatar)
Reti: Firmino 99′
Ammoniti: Manè, Salah, Firmino; Vitinho, Diego