Mertens fa il Messi ma Griezmann è spietato

Un grandissimo gol di Dries Mertens e un’ottima prestazione non sono bastati a regalare il meritato successo al Napoli contro il Barcellona. Nell’andata degli ottavi di finale i partenopei concedono una sola palla gol ai blaugrana: risulterà sufficiente per evitare il ko a Messi e compagni. Pallone d’oro che al San Paolo è stato l’ombra di se stesso. A mettersi in bella mostra come detto è stato il numero 14 belga che, con la perla messa a segno alla mezz’ora per il momentaneo vantaggio, raggiunge quota 121 reti e aggancia Marek Hamisk al primo posto nella classifica dei cannonieri azzurri di tutti i tempi. Non altrettanto precise sono state le mire di Manolas e soprattutto Callejon; il 2-0 avrebbe ovviamente dato maggiori chances di qualificazione alla squadra di Gennaro Gattuso. Il prossimo 18 marzo al Camp Nou non ci saranno gli squalificati Busquets e Vidal, Setien dovrà reinventarsi il centrocampo e gli azzurri proveranno il colpaccio. “Con loro non si può sbagliare nulla – ha dichiarato l’allenatore del Napoli a fine gara -. Ci avevano fatto il solletico sino al gol, non ci hanno mai tirato in porta e la sensazione è che potevano stare anche un giorno intero nella nostra metà campo senza farci male. Poi però abbiamo pagato un unico episodio”. “Adesso penseremo al campionato, poi avremo tempo per preparare la gara di ritorno – ha proseguito -. Sono una grande squadra, ma avranno due assenze importanti e la qualificazione è aperta. Se giochiamo con attenzione avremo le nostre possibilità e lo sappiamo: il Napoli è forte. Poi certo, il Barcellona è il Barcellona: giocherà forse Arthur che è uno che ti incarta il pallone e pure i giocatori della cantera che avevano in panchina oggi sono piccoli fenomeni – ha concluso -. Non è che senza Busquets e Vidal siano scarsi eh…”.

Nell’altro match giocato martedì sera il Bayern Monaco ha praticamente eliminato il Chelsea vincendo 3-0 (doppietta per l’ex Arsenal Gnabry e sigillo di Lewandowski) allo Stamford Bridge di Londra. Solo un buon allenamento attenderà i tedeschi nei secondi 90′ contro gli inglesi di Lampard. Stasera gli ultimi due incontri di andata: Real Madrid-Manchester City e Lione-Juventus. LECHAMPIONS EUROPA