Brutto stop per il Bayern: paga Carletto

Chelsea e Paris Saint Germain si sono aggiudicati i big match nel mercoledì della seconda giornata della fase a gironi di Champions League. Per entrambe vetta nei rispettivi raggruppamenti a punteggio pieno: nel gruppo C vittoria (2-1) in casa dell’Atletico Madrid per i blues, in quello B superbo 3-0 dei parigini sul Bayern Monaco. In rimonta il successo della squadra di Antonio Conte (due le lunghezze di vantaggio sulla Roma vittoriosa a Baku con il Qarabag) che però immeritatamente va sotto prima del riposo per il rigore di Griezmann. Morata (gran partita la sua) ristabilisce la parità al 60′ con un bel colpo di testa sul cross di Hazard poi, nel recupero, il neo entrato Batshuayi ‘buca’ Oblak sul passaggio di Alonso. Bayern non pervenuto al Parc des Princes dove i tedeschi vanno sotto dopo soli 180” per la rete di Dani Alves. Cavani alla mezz’ora (piatto destro imprendibile su assist di Mbappé) e Neymar a metà ripresa completano il tris. Il brutto ko costa la panchina a Ancelotti: se Montella non risolleva il Milan a gennaio ‘Carletto’ sarà di nuovo rossonero. Tre gol di scarto, ma in trasferta, anche per il Celtic sull’Anderlecht e per il Manchester United (leader nel girone A con 6 punti e grazie al doppio Lukaku) sul CSKA Mosca. Nel gruppo D meno facile del previsto il blitz del Barcellona in Portogallo contro lo Sporting: agli uomini di Valverde è stato necessario l’autogol di Coates. Tre punti sofferti anche quelli della Juventus contro l’Olympiacos: i gol di Higuain e Mandzukic sono arrivati infatti solo negli ultimi venti minuti. LECHAMPIONS EUROPA