Mandzukic lo scacciaguai

Cambiando la competizione la Juventus non cambia. Cambia fortuna sua il risultato: con la Lazio è arrivata la prima meritata sconfitta di campionato, con lo Sporting un successo che vale oro. Tutto merito di Mario Mandzukic abile a pochi minuti dal 90′ a trovare l’incornata giusta sul cross del neo entrato Douglas Costa. All’Alianz Stadium poteva andare molto peggio: dopo soli dieci minuti infatti i bianconeri erano già sotto per la sfortunata autorete di Alex Sandro (ieri uno dei peggiori insieme all’altro terzino Sturaro). Svantaggio rimediato dalla splendida punizione del rientrante Pjanic che alla mezz’ora fa secco Rui Patricio. Punizione che resta la cosa più bella prodotta dai campioni d’Italia impacciati, inconcludenti e privi di idee. Massimiliano Allegri ha il suo bel da fare e si consola comunque con la seconda posizione nella classifica del gruppo D dietro alla capolista a punteggio pieno Barcellona ieri vittorioso 3-1 sull’Olympiacos.
Di tutt’altro spessore il match disputato dalla Roma in casa del Chelsea: un ottimo 3-3 con le doppiette di Hazard e Dzeko, e i gol straordinari di David Luiz e Kolarov. Ma il più bello della serata allo Stamford Bridge è sicuramente il primo del bosniaco: sinistro al volo da incorniciare sull’assist di Fazio. I londinesi di Conte restano al comando del raggruppamento C con 7 punti davanti proprio ai giallorossi (5), a 2 punti c’è l’Atletico Madrid che ieri è stato frenato dal Qarabag. La terza giornata della fase a gironi ha anche visto le facili vittorie per PSG, Bayern Monaco, Manchester United e Basilea che si confermano rispettivamente nei gruppi B e A. LECHAMPIONS EUROPA