Yaya Touré © 2012 LC. All rights reserved.

Pallone d’oro africano 2012: Touré ‘anticipa’ Messi

Yaya Touré Yaya Touré, Pallone d’oro Africa 2012

Come nel 2011, anche nell’anno che sta per concludersi, la Caf,  Confederazione calcistica del continente africano, ha nominato Yaya Tourè ‘African Player of the Year Award’. In Ghana, il forte centrocampista del Manchester City si è aggiudicato per la seconda volta consecutiva il Pallone d’oro africano davanti al connazionale Didier Drogba e a Alex Song (ex centrocampista dell’Arsenal passato in estate al Barcellona). L’ex bomber del Chelsea era il super favorito nelle preferenze di allenatori e direttori tecnici delle Nazionali africane: con i suoi gol i blues hanno trionfato nell’ ultima Uefa Champions League. A questo punto è facile supporre che l’attaccante ora in forza allo Shanghai Shenhua ha pagato per la scelta di giocare mezza stagione nel meno competitivo campionato cinese. Ciò comunque non può sminuire i meriti di Touré: il numero 42 di Roberto Mancini è stato senza dubbio uno degli elementi principali che hanno portato la seconda squadra di Manchester a vincere meritatamente la Premier League.
Nella classifica del Pallone d’oro d’Africa 2012 (manca il record-man Eto’o vincitore nel 2003,2004, 2005 e 2010 e autoconfinatosi nell’oblio dorato dell’Anzhi) Touré, Drogba e Song hanno preceduto il senegalese Demba Ba (Newcastle), il nigeriano Obi Mikel (Chelsea) e l’ivoriano Gervinho (Arsenal). Più dietro si sono piazzati il ghanese Andre Ayew (Marsiglia), il marocchino Belhanda (Montpellier), lo zambiano Katongo (gioca in Cina) e il gabonese Pierre Aubameyang (St. Etienne). Il gabonese passato alle cronache anche quindici giorni fa quando si presentò in campo con un paio di scarpini tempestati di Swarovski, valore oltre 3 mila euro.
Nel giorno della vittoria di Touré, che anticipa quella scontata di Leo Messi al quarto Pallone d’oro consecutivo in Europa, riconoscimenti sono arrivati anche per lo Zambia, premiata come migliore nazionale dell’anno, per Herve Renard nominato miglior allenatore, per l’Al-Ahly miglior club, Aboutrika miglior giocatore africano che gioca nel Continente e per Mohamed Salah come talento più promettente. ECL AFRICA

Le premiazioni del 2012

Calciatore africano dell’anno – Yaya Toure (Costa d’Avorio/Manchester City)
Calciatore africano dell’anno impegnato nelle competizioni continentali – Mohamed Aboutrika (Egitto/Al Ahly)
Premio Fair Play – Tifosi della nazionale del Gabon
Miglior allenatore – Herve Renard
Migliore nazionale – Zambia
Nazionale femminile – Guinea Equatoriale
Squadra dell’anno – Al Ahly (Egitto)
Miglior arbitro – Haimoudi Djamel (Algeria)
Miglior giovane – Mohamed Salah (Egitto)
Miglior giocatrice – Genoveva Anoman (Guinea Equatoriale)
Premio miglior giocatore del passato – Mahmoud El-Gohary (Egitto)
Premio miglior giocatore del passato – Rigobert Song (Camerun)
Premio platino al miglior dirigente – John Mahama (Presidente della Federazione Ghana)

Top XI africano del 2012 (schierato col 4-4-2):
Portiere: Lutunu Dule ( Congo)
Difensori: Ahmed El- Basha (Sudan), Walid Hicheri (Tunisia), Stoppila Sunzu (Zambia), Ahmed Fathi (Egitto)
Centrocampisti: Mohamed Aboutrika (Egitto), Yaya Toure (Costa d’Avorio), Alex Song (Camerun), Younes Belhanda (Marocco)
Punte: Didier Drogba (Costa d’Avorio), Christopher Katongo (Zambia)
Allenatore: Herve Renard (Francia)

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.