Semifinali AFC: troppo Khribin, poco Hulk

Quattro reti a zero e finale in cassaforte. Questo ha imposto l’Al Hilal al Persepolis nell’andata della semifinale di AFC Champions League 2017. Questo ha deciso soprattutto Omar Khribin autore di una magica tripletta nel match giocato a Abu Dhabi. Il numero 77 di Ramon Diaz porta in vantaggio gli arabi alla mezz’ora con un bel colpo di testa sul cross dalla destra di Al Burayk. Dieci minuti più tardi la rete del raddoppio è firmata da Al Shahrani che inizia e conclude una bella azione dei padroni di casa partita dal centrocampo. L’attaccante siriano, con i suoi in inferiorità numerica per il rosso per doppia ammonizione (secondo giallo per fallacio su Mosleh) a Otayf, infila nuovamente Beiranvand con un facile piatto destro da pochi metri. Nel finale la rete più bella per il tris personale: destro da fuori area imprendibile dopo avere saltato come birilli tutta la difesa ospite. Il prossimo 17 ottobre impresa disperata per l’undici di Ivankovic.
Tutto ancora da decidere invece tra Shanghai SIPG e Urawa Reds. I primi 90′ giocati in Cina infatti si sono conclusi col risultato di 1-1. Poderoso il sinistro vincente con cui Hulk dopo 15′ di gioco ha portato in vantaggio la squadra di Villa-Boas ‘bucando’ Nishikawa. La gioia dei rossi però dura poco: al 28′ Kashiwagi ristabilisce la parità con un bel destro al volo sull’assist di Koroki. Nella ripresa dominio dei padroni di casa che però riescono a andare solo vicini al raddoppio prima col palo su punizione colpito da Oscar e poi con un bel destro angolato di Wu Lei che termina fuori di pochissimo. LECHAMPIONS ASIA