Ramires (Jiangsu Suning) © 2017 LC. All rights reserved.

Shanghai e Kashiwa avanti tutta

Il doppio 3-2 di Shanghai SIPG sugli Urawa Reds e Western Sydney Wanderers in casa del Seoul, chiude la terza giornata dell’AFC Champions League 2017. Due successi dal sapore diverso: grazie al successo sui giapponesi Hulk e compagni restano a punteggio pieno, mentre per i Wsw, campioni d’Asia 2014, si tratta dei primi punti nel torneo. Due risultati che riscrivono la classifica del girone F: dietro lo Shanghai a quota 9, restano gli Urawa Reds a 6, seguiti a quota 3 dai Wanderers, con Seoul, finalista 2013, sorprendentemente inchiodato a quota zero e virtualmente eliminato.

La riscossa dei Wanderers era stata preceduta dall’emozionante rimonta dei connazionali dell’Adelaide United, capaci di strappare il 3-3 in casa del Jeju United grazie a un gol di Mark Ochieng all’85’. Gol fondamentale per tenere aperti i giochi nel gruppo H, col Jeju che resta al secondo posto alle spalle del Jiangsu (a punteggio pieno, grazie al gran gol di Ramires che ha messo ko il Gamba Osaka), con tre lunghezze di vantaggio sui rivali australiani, che a cinque minuti dalla fine erano a meno sei e virtualmente eliminati.

Nel gruppo G il successo esterno di misura del Suwon Bluewings sull’Eastern e il pari imposto in trasferta dal Kawasaki al Guangzhou Evergrande, grazie a un calcio di rigore di Kobayashi al 95′, consente ai sudcoreani di raggiungere in vetta i cinesi a quota 5. Una doppietta di Tabata mette la firma sul 3-1 in rimonta dell’Al Rayyan sugli iraniani del Persepolis e consente ai qatarioti di mantenere la vetta del girone D. Il successo del Kashiwa Reysol sul Brisbane Roar continua a tenere in vetta al gruppo E i giapponesi, con 6 punti, uno più dei tailandesi del Muangthong United e due più dei sudcoreani dell’Ulsan. LECHAMPIONS ASIA