Spagna fatale anche alla Roma

Dopo quella della Juventus, serata da dimenticare pure per la Roma nell’andata dei quarti di finale di Champions League. Due sconfitte che confermano la netta inferiorità delle nostre migliori italiane rispetto a quelle degli altri campionati europei più importanti. Però tra i due ko ci sono differenze nonostante gli stessi gol di scarto. Le prime due reti subite dai giallorossi (4-1 il risultato finale in casa del Barcellona) sono due autogol e sul parziale pesa un rigore netto non dato su Dzeko. La qualificazione, come per i campioni d’Italia, è a dir poco compromessa e i miracoli avvengono di rado. Dire che la squadra di Di Francesco esce a testa alta dal Camp Nou non è un azzardo: ha creato parecchie occasioni, ma il Barca ha fatto i gol (di Piqué e Suarez le altre marcature blaugrana) nonostante il digiuno di Messi che si è limitato a ispirare le azioni.
Sorprendente e netta vittoria del Liverpool sul Manchester City nel quarto quarto di finale. I reds a Anfield hanno demolito i ragazzi di Pep Guardiola in appena mezz’ora con Salah, Chamberlain (che bolide dell’ex Arsenal!) e Mané. Per l’egiziano anche un assist. Alla Roma sarebbe servito ancora tanto. LECHAMPIONS EUROPA

UEFA Champions League 2017-18 – Andata Quarti di finale / Barcellona, Camp Nou

BARCELLONA-ROMA 4-1 (1-0)

Barcellona: ter Stegen, Piqué, Jordi Alba, Umtiti, Nelson Semedo, Iniesta (85′ Denis Suarez), Rakitic, Sergio Busquets (67′ Paulinho), Sergi Roberto (83′ André Gomes), Messi, Suarez. All. Valverde
Roma: Alisson, Kolarov, Fazio, Manolas, Bruno Peres, De Rossi (77′ Defrel), Strootman, Florenzi (72′ El Shaarawy), Pellegrini (60′ Gonalons), Dzeko, Perotti. All. Di Francesco

Arbitro: Makkelie (Olanda)
Reti: De Rossi aut 38′, Manolas aut 55′, Piqué 59′, Suarez 87′; Dzeko 80′
Ammoniti: Kolarov, Strootman