Alphonso Davies (Vancouver Whitecaps) © 2017 LC. All rights reserved.

Vancouver Whitecaps, ancora qui

I Vancouver Whitecaps superano 2-0 i New York Red Bulls e raggiungono in semifinale Tigres Uanl, Pumas Unam e Dallas. Con la qualificazione dei candanesi le semifinali della Concacaf Champions League 2016-17 ripropongono il confronto tra la Major League Soccer e il campionato messicano: Vancouver-Tigres e Dallas-Pachuca.

I gol di Alphonso Davies al 5′ e di Freddy Montero al 67′, poco dopo il suo ingresso in campo per l’esordio dopo l’arrivo in prestito da Tianjin Teda) riporta i Whitecaps in prima pagina. Il club di Vancouver ha cambiato pelle molte volte nei suoi 43 anni di attività, che quasi si fatica a trovare tracce del club che tra la fine degli anni Settanta e i primi Ottanta rivaleggiava con Cosmos e Strikers nel campionato Nasl, grazie a campioni come Ruud Krol o Bruce Grobbelaar. Ruud Krol (Vancouver Whitecaps, 1980)
I Whitecaps hanno saputo sopravvivere al fallimento della lega e riproporsi nella Mls. Sopravvissuti che ora accarezzano il sogno di diventare la prima squadra canadese a trionfare in Champions, impresa mai riuscita alle rivali Montreal e Toronto. L’entusiasmo è tanto ma sarà dura. Prossimi avversari i Tigres Uanl, che hanno fatto proprio il derby messicano con i Pumas, andando a vincere in trasferta 3-0 con doppietta di Damm e gol finale di Luis Quinones.

L’altra semifinale metterà di fronte la matricola Dallas, sconfitta 2-1 dall’Arabe Unido, ma qualificata in virtù del 4-0 dell’andata, e il Pachuca, quattro volte campione continentale. Divario d’esperienza enorme che peserà sull’esito della sfida. Compito improbo per Dallas, visto il trattamento riservato dal Pachuca al Deportivo Saprissa nel quarto di finale più blasonato della Champions Concacaf 2017: sette Champions in due, quattro i messicani, tre i costaricensi. Dopo lo 0-0 dell’andata in Costa Rica, il Pachuca ha demolito gli avversari con un 4-0 firmato da Guzman, Urretaviscaya, Jara e Lozano. La rincorsa al titolo, che sfugge ai Tuzos dal 2010, continua. LECHAMPIONS AMERICA