By reds

Sturridge (Villa Park)

Punti pesanti. E indicativi. Ancora un 1-0, ancora un gol di Daniel Sturridge, ancora parate decisive di Simon Mignolet. Nel successo al Villa Park c’è parecchio di quanto visto ad Anfield contro lo Stoke nella giornata inaugurale della Premier 2013-14. Negli ultimi 18 anni solo due volte il Liverpool ha vinto le prime due partite di campionato: un dato che dice molto del (mesto) passato recente e spiega l’entusiasmo che inizia a circondare Rodgers e la squadra. Finalmente si iniziano a vedere continuità di risultati e rendimento, con un’idea di gioco chiara, anche se la squadra è ben lontana dal prodotto finito: Henderson meglio in contenimento che in appoggio; Coutinho spesso dimenticato dai compagni; passi indietro di Aspas (sostituito nel finale dall’ex Lione e Porto Aly Cissokho, uno che potrebbe presto soffiare il posto da titolare a Jose Enrique). A livello individuale si tratta delle uniche ombre in una vittoria importante, che ha confermato la bravura di Mignolet (tre parate decisive), l’opportunismo di Sturridge; e rivelato un Kolo Toure sui livelli di qualche anno fa: per bloccare Benteke in modo così perentorio (l’unica volta che il belga ha trovato la porta ci ha pensato Mignolet), non basta l’esperienza del grande …continua sul blog

…continua sul blog: Reds