Boca in finale, U eliminata
Boca in finale, U eliminata
Boca in finale, U eliminata: la gioia di Riquelme, la disperazione di Ubilla

La finale della Coppa Libertadores 2012 sarà Boca Juniors-Corinthians. Come prevedibile saranno gli argentini ad affrontare il club brasiliano alla sua prima finale continentale. Finisce invece il cammino dell’Universidad de Chile. I cileni non sono riusciti a rimontare lo 0-2 dell’andata, lasciando così al Boca Juniors via libera verso la decima finale di Libertadores della loro storia: finora sei vinte e tre perdute (nel 1963, 1979 e 2004).
Gli argentini sono usciti indenni dal gremitissimo stadio Nacional Julio Martinez Pradanos, ma ottenere lo 0-0 a Santiago non è stato per niente facile e una buona dose di fortuna non è mancata. Eppure nel ritorno della semifinale i ragazzi di Falcioni erano partiti col piede giusto: protagonisti Mouche e il Riquelme. Il capitano all’ottavo minuto colpisce in pieno la traversa con un delizioso piatto destro, prima della mezz’ora il fluidificante si fa neutralizzare la conclusione dal piede di Herrera che salva la porta in stile Garella.
L’Universidad entra in campo solo nella ripresa ma lo fa, finalmente, con la veemenza che gli era mancata sino a quel momento. Passano pochi minuti e Diaz pareggia i conti dei legni centrando la traversa su punizione con Orion battuto. Al 60′ ci prova Gonzalez ma il suo potente destro da fuori area è controllato dal portiere del Boca. L’estremo difensore di Falcioni è di nuovo protagonista un minuto più tardi quando sul terribile destro di Diaz devia la palla in corner con un intervento plastico. Il forcing della squadra di Sampaoli prosegue al 71′ con il colpo di testa centrale di Henriquez sul cross di Mena. All’80’ è il neo entrato Ruidiaz a sfiorare la rete quando il suo tiro-cross si stampa sulla traversa. Nemmeno il secondo legno spegne la foga dei padroni di casa. Clamorosa anche l’occasione capitata alla ‘U’ sette minuti dopo: con tre giocatori incredibilmente incapaci di mettere la palla nel sacco con la difesa argentina in bambola su un tiro dalla bandierina. A un minuto dal 90′ Henriquez non trova lo specchio della porta vanificando la grande azione solitaria del giovane talento Ruidiaz. La sagra delle occasioni non perfezionate finisce al terzo dei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro uruguaiano Ubriaco: il tiro al volo di Marino viene stoppato dalla schiena di Roncaglia. Un successo che sarebbe stato meritatissimo per l’Universidad che ha il rammarico di aver giocato solo 45 minuti su 180 per ottenere la finale, cadendo ancora una volta sul penultimo ostacolo: già nel 1970, 1996 e 2010 la “U” non riuscì ad andare oltre lo scoglio semifinali. Ma la giovane squadra di Sampaoli, vincitrice lo scorso anno della Sudamericana, promette di essere sicura protagonista delle prossime edizioni. Il Boca mercoledì prossimo ospiterà alla Bombonera il Corinthians, per l’andata della finale che potrebbe laureare gli argentini per la settima volta campioni del Sud America, eguagliando così il record dei connazionali dell’Independiente. ECL AMERICA

Coppa Libertadores 2012 – Ritorno semifinali / Santiago del Cile, stadio Nacional Julio Martinez Pradanos

UNIVERSIDAD DE CHILE-BOCA JUNIORS 0-0

Universidad de Chile: Herrera, Rodríguez, Rojas, González (Paulo Magalhaes 61′), Mena; Rojas, Diaz, Aránguiz, Marino; Junior Fernándes (Raúl Ruidíaz 72′), Henríquez, Castro (Sebastián Ubilla 46′). Allenatore: Jorge Sampaoli
Boca Juniors: Orión; Roncaglia, Schiavi, Caruzzo, Rodríguez; Ledesma (Riveros 92′), Somoza, Erviti; Riquelme; Mouche (Cvitanich 74′), Silva (Lucas Viatri 83′). Allenatore: Julio César Falcioni

Arbitro: Dario Ubriaco (Uruguay)
Ammoniti: Rojas, Herrera; Silva, Riquelme, Schiavi, Roncaglia

Programma della finale
27.06.2012
Boca Juniors-Corinthians
04.07.2012
Corinthians-Boca Juniors

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.