Il match di rilievo della seconda giornata del Gruppo G vede un Bunyodkor in grande forma ospitare gli Steelers di Pohang. La squadra di casa arriva alla sfida sulla scia delle vittorie in campionato e nel precedente turno di Champions contro il Sanfrecce Hiroshima, mentre gli Steelers sono reduci da uno scialbo pareggio casalingo ottenuto contro il Beijing nell’esordio nell’AFC Champions League 2013 e da una vittoria in K League per 3-0 sui Daejeon Citizens.
Murzoev (Bunyodkor) e Shin Kwang-Hoon (Pohang Steelers)Il tecnico del Bunyodkor Mirjalol Qosimov alla vigilia della partita aveva espresso la volontà di proseguire sulla strada intrapresa con la vittoria in Giappone di due settimane fa. Obiettivo dichiarato per gli uzbeki i tre punti, per ribadire il primato nel gruppo. L’inizio del match sembra confermare il copione atteso, col Bunyodkor in attacco e il Pohang in palese difficoltà. Dopo pochi minuti ci prova Khasanov direttamente su calcio d’angolo: il tiro ad effetto sorprende Da Sol, che si trova costretto a una respinta affannosa che per poco non favorisce il tap-in avversario. Il disorientamento de gli Steelers viene presto punito dal Bunyodkor, che al 15′ trova il vantaggio con Pyschur. Su un cross morbido dalla trequarti il bomber ucraino manca la palla di testa, ma l’errore manda a vuoto anche il suo marcatore, da cui protegge bene il pallone sfruttando il fisico possente: il dribbling con cui poi supera un altro difensore gli consente di colpire di destro, spiazzando brillantemente Da Sol per l’1-0.
Con il passare dei minuti la squadra ospite prende confidenza, e al 32′ costruisce finalmente la prima nitida occasione da gol grazie a un cross dalla destra di Hong-Youn per Seung-Dae, che di testa manda di poco a lato. Poco dopo è il Bunyodkor ad andare vicino al raddoppio con Turaev, che calcia al volo sopra la traversa.
Il Pohang conferma nella ripresa il crescendo con cui aveva terminato il primo tempo, mentre la difesa del Bunyodkor si mostra spesso non impeccabile. Così gli Steelers devono imputare all’imprecisione dei propri attaccanti se attendono fino al 60′ per pareggiare i conti. Dopo un’ora di gioco l’ennesimo cross scodellato in area raggiunge Dae-Ho: sponda per Myung-Joo che appoggia facilmente in rete.
A questo punto l’inerzia della partita è rovesciata e la squadra coreana sull’onda dell’entusiasmo raddoppia al 68’. Kwang-Hoon, lasciato libero nel cuore dell’area uzbeka, finalizza di testa un’ottima azione corale degli Steelers. Sull’1-2 i padroni di casa provano a raddrizzare il match, attaccando però in modo troppo confuso e prevedibile. Pyschur, il fulcro su cui si appoggia le maggior parte delle azioni offensive, è costantemente circondato dalle maglie rossonere, e così ci vuole una deviazione a tempo scaduto di Murzoev (subentrato al 67′ a Musaev), per agguantare il 2-2. Un pareggio che premia gli sforzi della formazione di casa, e lascia l’amaro in bocca gli Steelers che già pregustavano una vittoria forse inaspettata alla vigilia. Dopo due giornate la classifica del gruppo H vede il Bunyodkor in testa a quota 4 assieme al Beijing Guoan che ha superato 2-1 il Sanfrecce Hiroshima nell’altra partita del girone. ECL ASIA

AFC Champions League 2012-13 – Fase a gironi, 2a giornata / Tashkent, Stadion Bunyodkor

BUNYODKOR TASHKENT-POHANG STEELERS 2-2 (1-0)

Bunyodkor: Nesterov; Shorakhmedov, Karimov, Filiposyan, Juraev (Zoteev 76′); Blazic (Rakhmatullaev 62′), Ibrokhimov, Turaev, Musaev (Murzoev 67′), Khasanov; Pyschur. Allenatore: Mirjalol Qosimov
Pohang Steelers: Da Sol; Dae-Ho, Hong-Youn, Jun-Sung, Sun-Ju; Jin-Ho, Myung-Joo; Chun-Suk (Chan-Hee 88′), Byung-Jun (Jun-Su 55′), Seung-Dae, Kwang-Hoon (Chang-Jin 72′). Allenatore: Hwang Sun-Hong

Arbitro: Faghani Alireza (Iran)
Reti: Pyschur 15′, Murzoev 94′; Myung-Joo 60′, Kwang-Hoon 67′
Ammoniti: Kwang-Hoon, Dae-Ho, Hong-Youn

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.