CAF Champions League: Al Ahly prima finalista

Nona Champions all’orizzonte per l’Al Ahly. I diavoli rossi del Cairo chiudono la pratica Wydad con un 3-1 che vale la finale della Caf Champions League 2020. Netta la superiorità degli egiziani, che hanno rifilato agli avversari cinque reti in due gare, subendo l’unico gol a otto minuti dalla fine del match di ritorno.

Dopo il 2-0 ottenuto a Casablanca, gli otto volte campioni d’Africa impiegano appena sette minuti per sbloccare il risultato con Mohsen. Segnatura annullata inizialmente per fuorigioco, poi convalidata dal Var dopo parecchi minuti. Al 22′ gli ospiti sprecano con Kazadi l’occasione dell’1-1. Passano quattro minuti e puntuale arriva il 2-0 con El Shahat, che si beve in dribbling l’intera retroguardia avversaria. Al 59′ il colpo di testa su corner di Yasser Ibrahim, con la complicità di Tagnaouti, fissa il punteggio sul 3-0 per i padroni di casa. All’82’ El Moutaraji firma il gol della bandiera ospite, con una gran conclusione dal limite che buca Lofty, subentrato a El Shenawy al 60′. La conclusione più bella della serata (El Shahat non sarò d’accordo) non cambia l’esito di una semifinale senza storia, ma rende onore all’impegno del Wydad.

Per conoscere il nome dell’altra finalista, si dovrà aspettare l’1 novembre, quando Cairo si disputerà la sfida di ritorno tra Zamalek e Raja, con gli egiziani favoriti dopo l’1-0 ottenuto in Marocco. Partita posticipata al 4 novembre per evitare la sovrapposizione con la finale della CAF Confederation Cup, vinta dal Berkane con il successo di misura sul Pyramids (1-0 siglato da Dayo al 15′). Gli egiziani non sono riusciti a bissare il successo ottenuto l’anno prima ai rigori dallo Zamalek proprio ai danni del Berkane. LECHAMPIONS AFRICA

Articolo aggiornato il 26.10.2020 alle 12.18.