Fabio Quagliarella (Juventus)
Fabio Quagliarella (Juventus)
Quagliarella lo scorso anno decisivo a Londra contro il Chelsea

Comincia questa sera l’avventura della Juventus nella Champions League 2013-14. Tra oggi e domani si disputeranno infatti le partite della prima giornata della fase a gironi che terminerà a dicembre. I bianconeri iniziano con la trasferta a Copenaghen (terz’ultima nel campionato danese con una sola vittoria su otto incontri e un tecnico esonerato poco tempo fa) che tanto somiglia a quella sostenuta la scorsa stagione in casa del Nordsjaelland. Allora Pirlo e compagni presero sotto gamba l’impegno e non andarono oltre il pari che senza la vittoria casalinga col Chelsea sarebbe potuto costare molto caro. Stasera si ripete: Juve sulla carta più forte ma guai a sottovalutare l’impegno e rischiare figuracce le quali, nel gruppo B che comprende anche Galatasaray e Real Madrid (stasera di scena in Turchia), potrebbero rivelarsi pericolose. Per l’occasione Antonio Conte dovrebbe far riposare Vucinic e Barzagli e impiegare dal 1′ Quagliarella e Ogbonna. Alla vigilia del match il tecnico dei campioni d’Italia sa bene che la qualificazione agli ottavi di finale passa anche dalla Danimarca: “In Champions League non esistono partite facili: l’anno scorso contro il Nordsjaelland pareggiammo solamente a 7-8 minuti dalla fine – ha detto Conte nella conferenza stampa -. Nel nostro gruppo ci sono i madrileni che sono anni che inseguono la loro decima Coppa dei Campioni. Ogni stagione il Real investe tantissimo, sia in calciatori che in allenatori, per cercare di portare a casa questa benedetta coppa. E’ di diritto la squadra favorita del girone, davanti a noi e al Galatasaray, ma attenzione alla sorpresa che potrebbe rappresentare il Copenaghen. Bisogna essere realistici, ma non voglio porre limiti a dove potremo arrivare”. Stasera probabilmente ci sarà spazio per il turnover. “Le rotazioni sono inevitabili, avendo cominciato contro l’Inter (sabato scorso a San Siro pareggio per 1-1, reti di Icardi e Vidal) un ciclo di 7 partite in 23 giorni. Sarei un pazzo se schierassi sempre gli stessi. Sostituirò chi è affaticato e sono certo che tutti mi daranno ottime risposte”.
Lunedi pomeriggio ha parlato anche l’allenatore del Copenaghen, Stale Solbakken: “La Juve dovrà vincere a tutti i costi contro di noi e magari riusciremo a riservare loro qualche sorpresa. Lo stesso speriamo di fare contro il Galatasaray. Giocheremo contro avversari che ci sono superiori, ma che magari potrebbero sottovalutarci. Dobbiamo crederci e provare a sorprenderli con il nostro calcio. Altrimenti fare risultato diventa difficile. Fare risultato stasera per noi potrebbe essere una svolta anche in chiave campionato, perchè ci darebbe fiducia – ha concluso Solbakken -. Puntiamo sulle tre partite che giocheremo in casa, anche se il nostro girone è forse il più difficile”. ECL EUROPA

Uefa Champions League 2013-14 / Prima giornata fase a gironi – Copenaghen, Parken Stadium ore 20,45

Possibili formazioni

COPENAGHEN: Christensen; Jacobsen, Stadsgaard, Margreitter; Delaney, Bolanos, Kristensen, Claudemir; Braaten, Abdellaoue, Vetokele. All. Solbakken
JUVENTUS: Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Quagliarella. All. Conte

Arbitro: Bebek (Croazia); assistenti Tomislav Petrovic e Miro Grgic (Cro); 4° uomo Dalibor Conjar (Cro); assistenti addizionali Domagoj Vuckov e Goran Gabrilo (Cro)

UEFA Champions League 2013-14 – Fase a gironi / Programma 1a giornata

Partite del 17.9.2013
Manchester United-Bayer Leverkusen
Real Sociedad-Shakhtar Donetsk
Galatasaray-Real Madrid
Copenaghen-Juventus
Benfica-Anderlecht
Olympiacos-PSG
Bayern Monaco-CSKA Mosca
Plzen-Manchester City

Partite del 18.9.2013
Schalke-Steaua
Chelsea-Basilea
Marsiglia-Arsenal
Napoli-Dortmund
Austria Vienna-Porto
Atletico-Zenit
Milan-Celtic
Barcellona-Ajax

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.