Lara (Cruz Azul)
Lara (Cruz Azul)
Lara (Cruz Azul)

Tre vittorie che sanno molto di qualificazione ai quarti di finale della Concacaf Champions League 2013-14 quelle che Cruz Azul, Heredia e Tijuana hanno ottenuto nella notte appena passata. Partiamo dalla squadra di Vazquez che nel gruppo 3 è andata a vincere di misura sul campo del Valencia. Allo stadio Sylvio Cator di Port au Prince, dopo il gol annullato a Michel, gli ospiti passano al 15′ quando Amione deposita in rete di testa grazie anche alla gentile collaborazione del portiere di casa Montrevil che sbaglia goffamente un’uscita. Con la squadra di Laurent in netta difficoltà e i messicani impegnati solo a controllare il risultato, il match si risveglia a 20′ dalla fine con il pareggio di Amy (in campo dal 47′) che prima centra il palo di testa poi insacca quasi involontariamente dopo che il pallone gli piomba addosso col rimpallo del legno. La gioia del pubblico di Haiti dura poco: all’85’ una nuova disattenzione della difesa di Laurent favorisce la rete di Lara (entrato al 75′ al posto di Pedroza) che beffa l’estremo difensore di casa con un delizioso pallonetto per il 2-1 finale. Il Cruz Azul guida il girone con 6 punti, davanti all’Herediano (3) e al Valencia fermo a quota 0.
Non sprecano il turno casalingo Heredia e Tijuana. Nel gruppo 5 i guatemaltechi di Elias regolano il San José Hearthquakes con una bellissima rete di Miranda al 68′ e si portano a 6 punti lasciando la seconda piazza (3) al Montreal Impact di Nesta e Di Vaio e la terza (0) agli statunitensi. Nel gruppo 7 i messicani allenati da Jorge Almiron possono già considerarsi qualificati ai quarti perchè con l’1-0 rifilato ieri al Firpo volano a quota 7 punti in classifica staccando proprio la squadra di Gamarra di 6 lunghezze con il Victoria fermo a 0. Il match dello stadio Caliente è stato risolto a 10′ dal triplice da Martinez: il centrocampista ecuadoregno, in campo dal 59′ per uno spento Corona, è stato bravo a saltare più in alto di tutti sul cross dalla sinistra diEnriquez e a infilare Salinas. Prosegue quindi il magico momento del Tijuana che, dopo l’ottima avventura nell’ultima Libertadores (eliminato ai quarti dall’Atletico Mineiro poi laureatosi campione), si candida a sicura protagonista anche in questa Concacaf. ECL AMERICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.