Doppietta per Ubilla
Doppietta per Ubilla

Comincia male l’avventura del Velez Sarsfield nella fase a gironi della Coppa Libertadores 2013. Gli argentini, a Guayaquil, hanno perso di misura l’infuocato match (sette gialli e un’espulsione) in casa dell’Emelec. Allo stadio George Capwell la squadra guidata da Gustavo Quinteros si è imposta per 1-0 grazie all’autogol di Ferreyra che al 5′ della ripresa è intervenuto maldestramente sul colpo di testa  di Caicedo (in campo da pochi minuti al posto di Gimenez) ‘spiazzando’ il proprio portiere Sosa. Inutili i tentativi di acciuffare il pari per gli uomini allenati da Ricardo Gareca che dal 62′ hanno pure dovuto giocare in inferiorità numerica a causa del rosso (eccessivo) che l’arbitro colombiano Roldan ha sventolato a Tobio per un presunto fallo in area di rigore su de Jesus. Gli ecuadoriani si portano dunque in testa al gruppo 4 che stasera scenderà di nuovo in campo col match tra Deportes Iquique e Penarol.

Come l’Emelec sfrutta l’esordio casalingo anche l’Universidad Chile: una doppietta di Ubilla ha infatti regolato il Deportivo Lara. Il protagonista assoluto della serata allo stadio Nacional Julio Martínez Prádanos è stato il giovane bomber (classe 1990) che ha piegato la resistenza dei venezuelani di Bastidas con un gol per tempo. Il numero 19 di Dario Franco nella prima frazione di gioco ha infilato Liebeskind con un destro al volo su assist di Fernandez, nella ripresa ha sfoderato un golasso con un chirurgico sinistro dal limite dell’area che si è insaccato sotto la traversa con il portiere ospite fuori dai pali. I cileni guidano il gruppo 7 che domani sera vedrà impegnate in Argentina New Old Boys e Olimpia.

Nella notte tra martedi e mercoledi sono scese in campo anche Nacional e Barcelona Guayaquil: nel gruppo 1 uruguaiani e ecuadoregni si sono divisi la posta in palio pareggiando per 2-2. Un pari che sta stretto ai ragazzi di Costas capaci di portarsi avanti di due gol ma poi di farsi riprendere al nei minuti di recupero della ripresa.  Allo stadio Grand Parque Central gli ospiti trovano il doppio vantaggio tra 18′ e il 26′: prima il bolide da fuori area di Diaz (festeggiato con affettuoso bacio sulle labbra alla mamma a bordo campo), poi la zampata di Nahuelpan ammutoliscono il pubblico di Montevideo. Nella ripresa il tecnico dei padroni di casa Diaz cerca di recuperare il match inserendo Luna al posto di Sanchez, Abreu al posto di Alvarez e l’ex interista Recoba per Albin. E ci riesce. Al 69′ il sempreverde Abreu (36 primavere alle spalle) accorcia le distanze con un bel colpo di testa su corner di Romero, poi, dopo i rossi a Lembo e Perlaza, al 92′ Alonso trova l’insperato pari con un’incornata in tuffo su cross dell’altro sempreverde (37 anni il prossimo 17 marzo) Recoba. Giovedi sera il Boca Juniors cercherà i tre punti e la testa del girone nel match casalingo contro i messicano del Deportivo Toluca. ECL AMERICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.