Damiano Quintieri
Damiano Quintieri
Prestigiosa ma inutile doppietta per Quintieri

Tabellini marcatori ‘super affollati’ ieri in diverse partite valevoli per il ritorno del terzo turno preliminare della Uefa Champions League 2013-14. E’ successo a Plzen, a San Pietroburgo come a Bruxelles e a Tiraspol. Partiamo (in rigoroso ordine decrescente) dalla Repubblica Ceca dove appunto il Viktoria Plzen ha strappazzato il modestissimo Kalju con il tennistico punteggio di 6-2. Dopo il 4-0 dell’andata quindi i ragazzi di Pavel Vrba non si sono accontentati e al Doosan Arena hanno ‘proseguito’ il lavoro cominciato in Estonia. A Plzen però sono stati gli ospiti a portarsi inaspettatamente avanti (e a ‘indispettire’ i padroni di casa): protagonista e autore della rete il giovane attaccante italiano Damiano Quintieri che col Kalju ha pure vinto un campionato estone. Il gol della squadra allenata da Prins ‘scatena’ il Viktoria che già nel primo tempo pareggia e rimonta il momentaneo svantaggio portandosi sul 2-1 con la doppietta di Horvath. Dopo la rete del 3-1 firmata da Tecl, il numero dieci di casa trova anche la gioia della tripletta personale beffando nuovamente Teles sull’assist di Duris. Al 70′ c’è nuovamente gloria e prestigio per Quintieri che accorcia le distanze firmando la doppietta di giornata con Kozacik battuto per la seconda volta. Due minuti dopo i panchinari Horava e Wagner mettono a segno il 5 e il 6 a 2 chiudendo un match che di certo non ha fatto mancare il divertimento agli spettatori.
Tanti gol come detto anche in Zenit-Nordsjaelland: dopo l’uno a zero dell’andata frimato Kerzhakov, i russi stendono la malcapitata squadra di Hijulmand (lo scorso anno inserita nel gruppo della Juventus nella fase a gironi dell’Uefa Champions League 2012-13) con un larghissimo 5-0. Per la cronaca, allo stadio Petrovski,j la squadra di Luciano Spalletti ha regolato i danesi grazie alla doppietta di Shirokov e alle marcature di Hulk, Danny e Arshavin.
Con numeri di poco inferiori Dinamo Zagabria e PSV hanno ottenuto la qualificazione ai danni di Sheriff e Zulte Waregem. Dopo l’1-0 in Croazia firmato Rukavina, gli uomini di Jurcic hanno compiuto il blitz al Bolshaja Sportivnaja Arena con i gol di Fernandes, Soudani e Cop. Delusione per il pubblico moldavo che in casa sperava in un risultato diverso o perlomeno in una eliminazione più dignitosa. Tre reti le ha siglate anche il PSV nello stadio del Zulte: a Bruxelles, dopo il 2-0 di Eindhoven (Depay, Locadia), i ragazzi di Cocu hanno chiuso la pratica belga nella ripresa con il bomber sloveno Matavz, con Bakkali e con Maher.
Nessun gol ma obbiettivo raggiunto anche per Austria Vienna, Celtic, Maribor e Legia Varsavia. La squadra di Bjelica ha difeso l’1-0 di sette giorni fa (decisivo Royer) sul campo dell’FH, quella di Lennon in casa dell’Elfsborg ha ‘custodito’ il gol siglato da Commons in Scozia. Sloveni e polacchi invece raggiungono i playoff grazie al doppio 1-1 ottenuto in trasferta nei primi 90′ contro Apoel e Molde. L’1-1 (Necid risponde a Blanco) fuori casa non è bastato al Paok: i greci lasciano la Champions 2013-14 e fanno il mea culpa per aver perso (2-0) la scorsa settimana la gara interna contro il Metalist Kharkiv che avanza ai playoff. Venerdi alle 12 il sorteggio a Nyon, il Milan incrocia le dita. ECL EUROPA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.