Prima giornata della fase a gironi della Libertadores 2013 choc per il Gremio. Dopo aver superato i preliminari battendo la Liga de Quito ai rigori, i brasiliani hanno ‘steccato’ l’esordio nel gruppo 8 perdendo in casa con lo Huachipato. Nel nuovissimo Gremio Arena i cileni sono riusciti a imporsi meritatamente con il risultato di 2-1 siglando una rete per tempo. A Porto Alegre la squadra di Pellicer si è portata avanti dopo un quarto d’ora di gioco grazie a Falcone che, libero da marcature strette, ha potuto battere Marcelo Grohe con un agevole piatto destro sul cross di Rodriguez. Scossi dall’inatteso svantaggio i ragazzi allenati da Vanderlei Luxemburgo hanno tentato una timida reazione che però non ha portato frutti anche per merito dell’attenta difesa ospite. A inizio ripresa i padroni di casa sostituiscono Adriano con Moreno ma sono nuovamente i cileni a colpire: Contreras mette una deliziosa palla al centro sulla quale la difesa brasiliana è nuovamente impreparata e Rodriguez può insaccare di testa il 2-0. Tre minuti dopo il Gremio accorcia le distanze dal dischetto con Barcos ma la rimonta, nonostante gli ingressi di Marco Antonio per Andrè Santos e Welliton per l’ex Napoli Edu Vargas (poche occasioni per lui), non si concretizza. Huachipato raggiunge in vetta alla classifica il Fluminense che mercoledi notte ha vinto in trasferta a casa del Caracas grazie al gol di Fred.

Huachipato corsaro a Porto Alegre
Huachipato corsaro a Porto Alegre

Quella del Gremio è stata l’unica sconfitta interna delle partite giocate nella notte tra giovedi e venerdi, gli altri quattro match hanno visto le squadre di casa sfruttare il turno casalingo. Gli altri brasiliani, quelli del Palmeiras, a San Paolo, hanno superato 2-1 lo Sporting Cristal. Allo stadio Monumental i peruviani sono andati sotto a fine primo tempo quando Penny si è arreso al gran colpo di testa di Henrique che sul calcio d’angolo di Wesley è riuscito a saltare più in alto di tutti. La squadra di Mosquera non si demoralizza e a inizio ripresa riporta il risultato in parità con Lobaton che dal dischetto non perdona Fernando Prass. La rete che regala 3 preziosi punti ai ragazzi di Gilson Kleina arriva al 68′ e porta la firma di Patrick Vieira: il giovane centrocampista brasiliano servito nell’area piccola da Vinicius lascia partire un bolide di sinistro sul quale Penny nulla può. Nel gruppo 2 Tigre e Libertad faranno il loro esordio il prossimo 21 febbraio.

Con identico risultato, nel gruppo 3, The Strongest ha superato l’Arsenal de Sarandì. Nel gremitissimo stadio Hernando Siles di La Paz, la squadra di Villegas si è portata in vantaggio al 18′ con un tiro dalla distanza (Olivero non impeccabile) di Chumacero. Il pari degli argentini viene siglato sulla stessa porta: è il minuto 49 quando Benedetto lascia partire un siluro che Vaca può solo guardare insaccarsi sul sette. La resistenza degli uomini di Alfaro dura fino a 5′ dal triplice fischio di Arias: il neo entrato Melgar (in campo dal 74′ al posto di Veizaga) castiga nuovamente Olivero da pochi metri sfruttando al meglio il passaggio di Escobar. Con questo successo i boliviani raggiungono in vetta alla classifica l’Atletico Mineiro di Ronaldinho che ieri ha fatto suo il derby di Coppa con il San Paolo.

Due a uno è anche il parziale con il quale il Deportes Tolima ha messo in cascina i tre punti contro il Cerro Porteno. I colombiani, (nei preliminari eliminati i peruviani del Cesar Vallejo), hanno sbloccato il match alla mezz’ora con la sfortunata autorete di Cardozo che, intervenuto maldestramente sul cross di Merino, non ha lasciato scampo a Barreto. Allo stadio Manuel Murillo Toro, gli uomini di Fossati trovano il doppio svantaggio a inizio ripresa con David Silva che servito da Charà punisce di nuovo Merino con un destro al volo da posizione defilata. Serata da dimenticare quella di Ibaguè per i paraguaiani che riescono comunque ad andare in rete a 10′ dalla fine con Martinez bravo a colpire di testa sullla punizione di Fabbro e infilare  Antony Silva. La squadra di Castro vola in testa alla classifica del gruppo 6 in virtù del pari (1-1) di ieri tra Real Atletico Garcilaso e Santa Fé.

Più larga la vittoria dei Newells Old Boys sull’Olimpia: a Rosario, nello stadio intitolato a Marcelo Bielsa, gli argentini si sono imposti per 3-1. Tutte negli ultimi venti minuti le reti. La squadra di Martino sigla l’1-0 dal dischetto con Scocco al 70′, poi, con i paraguaiani sbilanciati in avanti in cerca del pari, raddoppia cinque minuti dopo con Orzan (in campo da pochissimi minuti al posto di Figueroa) che mette a segno la più facile delle reti liberato dal passaggio di Perez e con Martin Silva fuori dai pali. I ragazzi di Almeida provano a riaprire il match all’88’ con la bella girata di testa di Bareiro (in campo dal 61′ per Ferreyra) su cross di Alejandro Silva. Al 90′ però i padroni di casa ristabiliscono le distanze e chiudono definitivamente il match con Rodriguez: sul suo piattone sinistro Silva deve arrendersi ancora. I Newells Old Boys raggiungono in testa alla classifica del gruppo 7 l’Universidad Chile che mercoledi notte ha battuto il Deportivo Lara con la magica doppietta di Ubilla. ECL AMERICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.