Doppietta per Boateng

Doppietta per BoatengNon stecca nessuna. Le favorite passano tutte: Milan, Zenit, Viktoria, Real Sociedad e Celtic. Per una volta i playoffs dell’Uefa Champions League non mietono vittime importanti, se si esclude il Lione che però aveva già compresso la sua qalifiazione all’andata.

Contro il Milan a San Siro il Psv tradisce emozione e inesperienza ben mascherate nella gara di andata. Gli olandesi creano davvero pochi problemi agli uomini di Allegri, che riscattano nel migliore dei modi la sconfitta di Verona nell’esordio in campionato. Un punteggio che avrebbe potuto essere più rotondo se la fortuna avesse accompagnato le conclusioni di Montolivo (fuori di poco) e El Shaarawy (traversa). Il 3-0 rossonero è firmato da Boateng (doppietta) e Balotelli. Non sorprendono il gol del centravanti azzurro (gran riflesso nella deviazione vincente sotto porta) né i due rasoterra vincenti dell’attaccante ghanese, che ha parecchi limiti (discontinuità nel corso della gara e un talento calcistico non all’altezza di quello atletico) ma ha anche il dono di saper segnare gol pesanti. Ribadito appieno contro il Psv.

Una doppietta di Carlos Vela stende l’Olympique Lione, già sconfitto 2-0 in casa una settimana fa, e riporta il Real Sociedad alla fase finale di Champions League dopo 10 anni. Così come per i baschi anche le qualificazioni del Viktoria Plzen (1-0 in casa del Maribor con gol di Tecl dopo tre minuti) e dello Zenit (4-2 sul Pacos de Ferreira) erano già in cassaforte dopo i larghi successi dell’andata.
Forrest mette ko lo Shakhter e manda il Celtic alla fase a gironi
Chi invece ha dovuto sudarsi la qualificazione sino all’ultimo secondo è il Celtic che a Glasgow ribalta il 2-0 dell’andata con un 3-0 tutt’altro che scontato. Contro lo Shakhter Karagandy i biancoverdi scozzesi faticano a trovare spazi e occasioni per tutto il primo tempo, sino a quando allo scadere Kris Commons conferma il suo talento inventandosi un gran gol dai venti metri che perfora il muro arancione a protezione della porta di Mokin. Per i kazaki il gol subito pochi secondi prima dell’intervallo è una mazzata, che Samaras si premura di ripetere in apertura di ripresa, pareggiando il 2-0 dell’andata. Poi Stokes manda sulla traversa il tiro del possibile 3-0 mentre Vasiljević (tiro respinto sulla linea) e Khizhnichenko (traversa) sfiorano il gol-qualifiazione per gli ospiti. A tempo ormai scaduto e coi supplementari nel mirino ci pensa Anthony Stokes a inventarsi uno slalom in area, uno contro tre, per conquistare il fondo e servire all’altezza del dischetto Forrest che di piatto piazza centrale sotto la traversa: 3-0, Celtic alla fase a gironi, Shakhter sconsolatamente in Europa League. Un risultato che solo un mese fa sembrava irraggiungibile per i kazaki ma ora rappresenta una grande delusione. ECL EUROPA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.