Pato (Corinthians)
Pato (Milan)
Pato finalmente in gol

Decollo fallito per il Milan dopo la quarta giornata della fase a gironi di Champions League. I rossoneri col Malaga riescono solo a pareggiare (in rimonta) per 1-1 mancando la possibilità di fare un bel passo avanti verso la qualificazione agli ottavi di finale. Nel gruppo C (Malaga già qualificato con 10 punti in 4 match ) aiuta comunque tantissimo la vittoria dell’Anderlecht (decisivo Mbokani) sullo Zenit di Spalletti: i belgi salgono a quota 4 punti dietro al Milan (5) e lasciano ai russi (3) l’ultimo posto in classifica. Al Giuseppe Meazza gli spagnoli si sono confermati squadra ostica e meritevole della leadership del girone: si pensi che nei primi 15′ di gioco hanno avuto praticamente dominio assoluto sul possesso palla con i padroni di casa quasi costretti a fare il torello a centrocampo. A spezzare questa prevalenza ci ha pensato Bojan Krkić: al 21′ tunnel e conclusione a giro di sinistro che costringe Willy ad una parata difficile. Poco dopo l’ex Barcellona scatta sulla fascia destra e serve solo al centro dell’area El Shaarawy che però non riesce a trovare la porta per l’opposizione dei difensori avversari. Il Milan ora spinge sull’accelleratore: Emanuelson sfiora la rete con una punizione dal limite dell’area con Willy al secondo intervento difficile in pochi minuti. Nel momento migliore dei rossoneri (Montolivo conferma la sua condizione di forma straordinaria in mezzo) però sono i ragazzi di Pellegrini a colpire: slalom nella difesa rossonera di Isco (talento indiscutibile) e palla filtrante per Eliseu che solo davanti a Abbiati sigla il vantaggio. Nella ripresa Allegri sostituisce El Shaarawy (ieri in ombra) con Boateng (ancora lontano parente del centrocampista goleador ammirato la scorsa stagione) ma a togliere le castagne dal fuoco ci pensa l’attesissimo Pato: al 73′ Constant affonda sulla sinistra e con uno splendido cross trova libero al centro il brasiliano che di testa batte Willy e sigla il meritatissimo pareggio. Per il ‘Papero’ si tratta del primo gol di una stagione finora travagliata ovviamente dagli infortuni muscolari: il popolo rossonero spera sia solo l’inizio. ECL EUROPA

I commenti del dopo partita

Massimiliano Allegri: “Le partite di Champions sono tutte difficili, contro il Malaga bisognava tenere i ritmi alti e giocando ogni 3 giorni non lo puoi fare. Le occasioni migliori le abbiamo create nel primo tempo pur giocando con meno intensità. Nel secondo tempo abbiamo giocato più alti. I ragazzi hanno fatto una buona partita anche se abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo, ma non ho niente da rimproverare alla squadra. Fisicamente stiamo bene e credo che il Milan abbia l’obbligo di risalire in campionato e battagliare nelle ultime due partite di Champions. Fino alla gara con lo Zenit è tutto in ballo, ma sa avessimo vinto oggi avremmo fatto un passo avanti importante verso la qualificazione”.
Alexandre Pato: “Stiamo crescendo tanto, abbiamo trovato un buon modulo, giochiamo sempre avanti: ora mancano solo le vittorie. Io sono tranquillo e ho solo bisogno di giocare, gioco per la squadra e le decisioni spettano al mister, ma voglio fare il meglio per aiutare i miei compagni. Dedico questo gol alle persone che mi sono vicine”.  Un messaggio anche ai tifosi: “Abbiamo bisogno del loro sostegno, devono rimanerci vicini anche quando le cose non vanno bene per darci una spinta in più. Oggi comunque sono stati incredibili, ci hanno aiutato fino alla fine. Ora speriamo di passare il turno in Champions”.

Manuel Pellegrini: “I complimenti vanno alla squadra, che ha eseguito al meglio le mie istruzioni. Abbiamo una mentalità vincente; ci sono momenti in cui serve forza per controllare una partita e noi abbiamo dimostrato di possederla. Abbiamo centrato il nostro obiettivo dopo sole quattro partite in un girone nel quale venivamo dati per comprimari. La qualificazione è arrivata in uno stadio ostico, al termine di una partita difficile. Siamo felici per aver raggiunto un obiettivo, ma essere approdati alla fase a gironi non ci basta. Vogliamo proseguire il nostro cammino il più possibile e inchinarci solo a chi dimostyrerà di avere effettivamente più qualità di noi”.

Uefa Champions League 2012-13 / Quarta giornata fase a gironi – Milano, stadio Giuseppe Meazza

MILAN-MALAGA 1-1 (0-1)

MILAN: Abbiati, Abate (5′ De Sciglio), Bonera, Mexes, Constant, De Jong, Montolivo, Emanuelson (80′ Robinho), El Shaarawi (60′ Boateng), Bojan, Pato. All. Allegri.
MALAGA: Will, Gamez, Demichelis, Welington, Sanchez, Iturra (74′ Toulalan), Camacho, Joaquin (81′ Seba), Isco, Eliseu, Saviola (67′ Santa Cruz). All. Pellegrini

Arbitro: Webb (Ing)
Reti: 40′ Eliseu; 73′ Pato. 
Ammoniti: Montolivo, De Jong Emanuelson; Iturra, Sanchez, Welington.

Il programma della quarta giornata della fase a gironi

Martedi 06/11/2012
Dinamo Kiev-Porto 0-0
Paris Saint Germain-Dinamo Zagabria 4-0
Schalke 04-Arsenal 2-2
Olympiacos-Montpellier 3-1
Anderlecht-Zenit 1-0
Milan-Málaga 1-1
Manchester City-Ajax 2-2
Real Madrid-Borussia Dortmund 2-2

Mercoledi 07/11/2012
Juventus-Nordsjælland
Chelsea-Shakhtar Donetsk
Valencia-BATE Borisov
Bayern Monaco-LOSC Lille
Benfica-Spartak Mosca
Celtic-Barcellona
R 1907 Cluj-Galatasaray
Sporting Braga-Manchester United

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.