Takesure Chinyama (Orlando Pirates)

Takesure Chinyama (Orlando Pirates)Africa al via. Con le 24 partite di andata del turno preliminare è partita la CAF Champions League 2013: la 17a edizione della Champions africana, la 49a se consideriamo la vecchia Coppa Campioni. Le ventiquattro vincitrici raggiungeranno nel tabellone principale le otto squadre qualificate di diritto ai sedicesimi: Al Ahly (campione uscente), Djoliba, Mazembe, Al Merreikh, Esperance, Al Hilal, Stade Malien, ES Setif.

BIZERTIN 28 ANNI DOPO. Il primo gol del torneo porta la firma di Ahmed Harran che venerdì sera, nella prima partita stagionale, porta in vantaggio al 49′ il Bizertin sull’Al Ittihad. Una rete che celebra il ritorno nella massima competizione continentale del Bizertin dopo ben 28 anni. Ma il vantaggio tunisino dura appena una decina di minuti: è Younes Shibani a firmare l’1-1 per il club libico.

GOLEADE. Le vittorie più rotonde sono state firmate dagli egiziani dello Zamalek e dai ghanesi dell’Asante Kotoko che hanno superato 7-0 Gazelle e Sony de Ela Nguema. Per il più popolare club del Ghana un ritorno in grande stile in una competizione che non lo vedeva ai nastri di partenza da quattro anni.

SENZA PORTIERE. Si devono “accontentare” di una cinquina Kano Pillars sull’Olympique Real (5-1: doppietta per Nasiru Ali) e gli Orlando Pirates col Djabal (5-0). Il largo successo dei sudafricani sul terreno amico di Johannesburg è stato agevolato dall’infortunio capitato a inizio gara al portiere ospite Djabir El Hamid. Una vera sfortuna perché il Djabal aveva affrontato la trasferta sudafricana senza portiere di riserva (questo dà la misura di cosa ancora si possa vedere in questa competizione nei primi turni). Passare guanti e maglia a un centrocampista con più di un’ora ancora da giocare non è proprio l’ideale per strappare punti in trasferta. E i limiti della squadra delle Comoros – già penalizzata sullo zero a zero dall’arbitro che non aveva convalidato il gol ospite su una punizione che aveva oltrepassato la linea di porta – vengono puniti in modo definitivo dai padroni di casa: nel 5-0 sudafricano spicca il poker di Takesure Chinyama.

ASSENTI NON GIUSTIFICATI. Vittoria a tavolino per i nigeriani Enugu Rangers sullo Sporting do Principe: la rappresentante di Sao Tome non si è presentata allo stadio Nnamdi Azikiwe di Enugu. Saltata la sfida, per intrattenere i tifosi accorsi allo stadio i Rangers hanno chiamato qualche giocatore dalle giovanili e messo in piedi una partita-allenamento di novanta minuti. Tre a zero sul campo invece degli algerini del JSM Bejaia sull’Olympic Niamey: Megateli , Mebarki e Derrag i goleador per i padroni di casa. Doppietta per David Ochieng nel 4-1 del Tusker sul Saint Michel United.

FINALI CALDI. Gli angolani del Primero de Agosto sembravano avviati verso una facile vittoria sull’Adema: Alfred, David e Mingo Bille portano la formazione di casa sul 3-0 dopo mezz’ora, ma nella ripresa la squadra del Madagascar rientra in partita grazie ai gol di Bob e Nhasex, ma nel finale arriva il 4-2 di Kabamba a restituire al club di casa un margine più ampio in vista del ritorno. Ancora più sofferto il successo del FUS Rabat sul Real Banjul, arrivato solo al 94′ su un contestatissimo rigore trasformato da Mourad Batna. ECL AFRICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.