Incredibile sconfitta delle merengues in coppa del Re: Raul e compagni hanno ceduto all’Alcorcon (Terza divisione) per 4-0 e sono quasi eliminati.

Pellegrini: panchina già in bilicoIl ko interno in Champions League contro il Milan ha lasciato il segno. Dopo il 2-3 contro i rossoneri è arrivato un deludente 0-0 contro lo Sportin Gijon, poi una figuraccia storica nell’andata dei sedicesimi di finale di Coppa del Re: le merengues sono state infatti sconfitte con un largo 4-0 dall’Alcorcon, squadra della Terza divisione spgnola.
L’alibi ‘riserve’ non regge: in campo, a parte Casillas, Kakà, Ronaldo e Xabi Alonso, c’erano tanti campioni. Meglio: giocatori di nome. Perché a molti è rimasto solo quello. Ma quello formato da Dudek, Arbeloa, Albiol, Metzelder, Drenthe, Guti, Diarra, Raul, Van der Vaart, Granero, Benzema resta un undici che dovrebbe, dovrebbe…, mettere sotto senza particolari affanni almeno trequarti della Liga spagnola, figurarsi una squadra di Terza divisione.
Invece i Galacticos (sempre più terrestri in verità) portano a casa una delle più clamorose sconfitte della loro gloriosa storia. Che la serata non fosse delle migliori si erano capito da subito: l’Alcorcon nello stadio di casa dopo appena venti minuti era già avanti di due reti grazie al gol di Borja e all’autorete di Arbeloa. Chi al Santo Domingo si aspettava una reazione degli uomini di Pellegrini è rimasto deluso perché a cinque minuti dalla fine della prima frazione Ernesto metteva dentro il terzo gol per i padroni di casa. E Borja, al 52′, siglava la sua personale doppietta. Il Real Madrid, sempre più frastornato, non è nemmeno riuscito a siglare la rete della bandiera. Nella gara di ritorno al Bernabeu dovrà siglare cinque reti, senza subirne, per ottenere la qualificazione agli ottavi di finale. Un risultato più che alla portata, sulla carta, che verrà però salutato come impresa se dovesse essere ottenuto. Il poker incassato contro l’Alcorcon indebolisce ulteriormente la posizione del tecnico Manuel Pellegrini – terza sconfitta nelle ultime cinque partite – anche se l’ex tecnico del Villareal è forse il meno colpevole. Xabi Alonso è stato l’unico acquisto effettuato su sua indicazione, il resto se l’è trovato e non è certo una miscela equilibrata. Il presidente Florentino Perez e il ds Jorge Valdano, anziché pensare a Michael Laudrup, dovrebbero interrogarsi di più sul tipo di giocatori scelti e sul penoso rendimento di molti di questi, che di certo non stanno onorando la gloriosa maglia che portano sulle spalle. ECL

I gol di Alcorcon-Real Madrid
{qtube vid:=krMjWbFGxmg}