Diego Armando Maradona (Napoli)

Comunque vada, il Napoli ha trovato il modo di macchiare la sua eccellente campagna europea. Avanzare il sospetto di un premio promesso dai munifici proprietari del Manchester City al Villareal affinché batta i partenopei è una caduta di stile imperdonabile. Anche perché, oltre a mancare di riguardo alle società e ai giocatori coinvolti, denota un’aspettativa fin troppo chiara: il Villareal ormai è fuori e non deve complicarci la vita. Pessima figura.
Il Napoli sa che con una vittoria al Madrigal conquisterebbe l’accesso agli ottavi di finale di Champions League ; basterebbe anche un pari, ma solo se il segno ‘x’ uscisse anche nell’altro attesissimo match tra Manchester City e Bayern Monaco.
I tedeschi, con 13 punti, sono già qualificati alla fase a eliminazione diretta come primi nel gruppo A. L’altro posto disponibile per il passaggio del turno se lo giocano appunto gli azzurri partenopei (a quota otto) e gli inglesi (sette) allenati da Roberto Mancini. Il City deve attendere buone notizie da parte del Villareal e superare i bavaresi, che non avranno grandi stimoli.  Domanda: come mai nessun inglese s’è sognato di avanzare i sospetti di un incentivo in denaro ai tedeschi da parte napoletana?

Diego Armando Maradona (Napoli)
Diego Armando Maradona (Napoli)

C’è da augurarsi che la squadra di Walter Mazzarri faccia dimenticare in campo le maldestre esternazioni del suo presidente, confermando le grandi prestazioni fornite nelle cinque gare precedenti. Il Napoli di Lavezzi e Cavani può così raggiungere il turno successivo, eguagliando quel che fece il Napoli di Maradona nella Coppa dei Campioni 1990-91, dove i biancoazzurri vennero eliminati negli ottavi dallo Spartak Mosca.  il tecnico azzurro chiede la massima concentrazione: «Siamo qui e ci giocheremo il tutto per tutto. Io dico che essere in Spagna all’ultima giornata a parlare in termini di possibile qualificazione è già un gran successo. Sappiamo che ci aspetta una partita difficile su un campo caldissimo che abbiamo già conosciuto l’anno scorso. Ma ormai ci siamo, e daremo tutto. Se il risultato fosse positivo avremmo raggiunto un traguardo stratosferico. Abbiamo un vantaggio e vogliamo sfruttarlo anche perché siamo stati gli unici a pareggiare col Bayern Monaco sinora. Siamo sopra a una superpotenza come il Manchester. Mancini ha ragione quando dice che sono più forti di noi perché ha una rosa pazzesca. Noi adesso però abbiamo un punto in più in classifica ed abbiamo la possibilità di passare agli ottavi».

Carico anche il capitano del Napoli, Paolo Cannavaro: «Sappiamo che è un match che appartiene alla storia, da bambini sognavamo di giocare una partita così. Per me c’è grande attesa non solo come calciatore ma come tifoso azzurro. Saremo concentrati solo sul nostro campo, dalla panchina non ci arriveranno neppure informazioni sul risultato di Manchester. Abbiamo preso consapevolezza dei nostri mezzi. Col mister abbiamo acquisito un’ossatura importante in due anni ed abbiamo aggiunto gradualmente giocatori forti alla nostra rosa. La nostra crescita è testimoniata dal rispetto che hanno i nostri avversari».

Juan Carlos Garrido, allenatore del Villareal: «Siamo in fase di recupero e quindi daremo qualche minuto a giocatori che stanno rientrando. Schiereremo i giocatori che sono nelle migliori condizioni, quelli che possono tenere i 90 minuti. Useremo questa partita per ridare fiducia a dei giocatori e per trovare forze in vista del resto della stagione. Credo che siamo stati nel girone più forte nella storia della Champions League e vogliamo salutare la competizione sapendo di aver giocato un calcio di qualità. Vogliamo dimostrare che, nonostante i tanti infortuni, sappiamo giocare il calcio che ci si aspetta dal Villarreal. Non ci importa cosa fanno Manchester City e Napoli. Vogliamo giocare bene per avere la soddisfazione di aver battuto un’ottima squadra». Il popolo azzurro fa gli scongiuri. ECL EUROPA

Uefa Champions League 2011-12/Sesta giornata fase a gironi-Villareal, stadio El Madrigal ore 20,45

Possibili formazioni

VILLAREAL-NAPOLI

Villareal: Diego Lopez, Català, Musacchio, Marchena, Oriol, Bruno, Marcos Senna, B. Valero, Nilmar, Cani, De Guzman. Allenatore: Juan Carlos Garrido.
Napoli: De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Inler, Gargano, Zuniga, Hamsik, Lavezzi, Cavani. Allenatore: Walter Mazzarri.
Arbitro: Svein Oddvar Moen (Norvegia)

Il programma della sesta giornata della fase a gironi

Martedi 06/12/2011
Chelsea-Valencia 3-0
Porto-Zenit 0-0
Genk-Bayer Leverkusen 1-1
Borussia Dortmund-Olympique Marsiglia 2-3
Barcellona-BATE 4-0
Plzen-Milan 2-2
Olympiacos-Arsenal 3-1
APOEL-Shakhtar Donetsk 0-2

Mercoledi 07/12/2011
Manchester City-Bayern Monaco
Benfica-Otelul Galati
Villarreal-Napoli
Lille Metropole-Trabzonspor
Inter-CSKA Mosca
Basilea-Manchester United
Dinamo Zagabria-Olympique Lione
Ajax-Real Madrid

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.