Christian Eriksen (Ajax)
Christian Eriksen (Ajax)Dopo l’antipasto di martedì, che ha visto i due successi in trasferta di Olympiacos e Besiktas, si completa il quadro delle partite di andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Le sfide di cartello vedono protagoniste le due squadre di Manchester. Più prestigioso il confronto che all’Amsterdam Arena vedrà l’Ajax ospitare lo United, più significativo quello che oppone il Porto al City. Contro lo United l’Ajax non ha speranze di passare il turno. La crisi societaria che ha visto Cruyff adire le vie legali (con successo) per far saltare la nomina di Van Gaal a direttore tecnico, ha provocato dimissioni e reazioni a catena, col risultato di rendere la squadra ancora più fragile e confusa. La guerra intestina che contrappone parte della vecchia dirigenza a Cruyff (che vorrebbe ricostruire l’Ajax ripristinando selezione e regole che guidavano il settore giovanile sino a una decina di anni fa) sta dilaniando il club e uccidendo quel poco di credibilità rimasta. Il risultato è che in Eredivisie l’Ajax, attualmente sesta, rischia seriamente di finire non solo fuori dalla zona Champions (quasi una certezza) ma pure di non raggiungere il quarto posto, l’ultimo utile per potersi qualificare all’Europa League 2012-13. Prospettive fosche e nessuna chance contro Rooney e compagni: ai ragazzi di Frank De Boer resta solo un passato prestigioso da onorare. Si annuncia più equilibrato il confronto che allo stadio Dragao vedrà il Porto, detentore del trofeo e secondo in campionato (meno cinque dal Benfica), andare all’attacco del Manchester City di Roberto Mancini, capolista della Premier League inglese. Il tecnico portoghese Vítor Pereira, subentrato a Villas Boas dopo la tripletta dello scorso anno (campionato-coppa di Portogallo-Europa League), sa bene che un successo sul City darebbe ben altro vigore alle possibilità di una conferma sulla panchina dei Dragones: “Li conosciamo, sappiamo quanto sono bravi ma lo siamo anche noi. Dobbiamo concentrarci sulle nostre qualità e esprimerle. Avremo l’appoggio del pubblico e dovremo impegnarci per ripagarlo”. Dal canto suo Mancini, che a inizio stagione aveva promesso due trofei, ribadisce che non considera l’Europa League un fastidio: “E’ da troppo tempo che il City non vince un titolo continentale, non possiamo sottovalutare nessuno, tantomeno il Porto che ha l’abitudine a giocare e vincere in Europa”. Tra le altre sfide spiccano il quasi derby tra Az e Anderlecht e i due impegni delle italiane. In Lazio-Atletico la curiosità è ritorno a Roma di Diego Simeone, che alla guida dell’Atletico Madrid (rinvigorito dalla sua cura) andrà a far visita alla Lazio dove il Cholo ha trascorso quattro stagioni da giocatore tra il 1999 e il 2003, prima di passare proprio ai Colchoneros. “Sarà un ritorno molto emozionante, perché i tifosi della Lazio resteranno per sempre nel mio cuore. Non posso dimenticare l’accoglienza che mi hanno riservato quando ero tornato in campo dopo l’infortunio al ginocchio”. L’Udinese, reduce dalla bruciante sconfitta casalinga in campionato contro il Milan, proverà a superare il Paok senza Di Natale: partita non impossibile ma complicata. ECL EUROPA

EUROPA LEAGUE 2011-12 – Sedicesimi di finale / andata
Partite del 14.2.2012
Rubin Kazan-Olympiacos 0-1 Sporting Braga-Besiktas 0-2
Partite del 16.2.2012
Ore 18
Lokomotiv Mosca-Athletic Bilbao
Ore 19
Ajax-Manchester United
Salisburgo-Metalist
AZ-Anderlecht
Lazio-Atletico Madrid
Plzen-Schalke
Legia-Sporting
Ore 21.05
Porto-Manchester City
Stoke-Valencia
Wisla-Standard Liegi
Udinese-PAOK
Hannover-Club Brugge
Steaua-Twente
Trabzonspor-PSV
©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.