La difesa dell'Arabe Unido regge contro l'attacco dell'Alajuelense

La difesa dell'Arabe Unido regge contro l'attacco dell'AlajuelenseUn fenomeno, nessun gol. L’Alajuelense si fa bloccare sullo 0-0 dall’Arabe Unido, anzi da Miguel Lloyd, nella gara di andata del primo dei quarti di finale della Concacaf Champions League 2013-14. Una partita a senso unico.
Un copione che non è mutato nel corso della gara: Arabe Unido sotto assedio sin dalle prime battute, ma capace di frustrare il tiro al bersaglio dell’Alajuelense grazie alla serata di grazia del portiere ospite Miguel Lloyd. Quella del 31enne portiere dominicano è stata la classica partita della vita, nella quale ha parato tutto: ben 21 tiri in porta, di cui 11 dentro l’area. Un muro che ha consentito al club panamense di uscire imbattuto dal “Morera Soto” e di giocarsi la qualificazione il prossimo 20 marzo tra le mura amiche dello stadio Rommel Fernandez. LECHAMPIONS AMERICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.