Due partite e due vittorie. E’ un grande inizio quello del Penarol nella Coppa Libertadores 2013. Dopo aver vinto in casa del Deportes Iquique nella prima giornata, gli uruguaiani hanno ottenuto tre punti anche contro l’Emelec. La vittoria di misura allo stadio Centenario di Montevideo (gremito in ogni ordine di posto per la prima casalinga dei gialloneri di Jorge da Silva) è arrivata grazie alla rete messa a segno da Juan Manuel Olivera al 68′ su assist di Estoyanoff. Prima le occasioni dei ragazzi di Quinteros (secondi a quota 3 punti nel gruppo 4) con il clamoroso palo di Caicedo e bel tiro da fuori area del paraguaiano Gimenez. Gli ecuadoriani (severo e ingiusto il ko per loro) hanno sfiorato il pari per due volte anche nella ripresa: le bombe da fuori area di Mondaini prima e Valencia (in campo dal 70′ al posto di Wila) hanno esaltato le doti di Bologna ma non evitato un ko immeritato.

Magica doppietta per Sanchez
Magica doppietta per Sanchez

C’è un’altra uruguaiana che sorride dopo le partite della notte tra martedi e mercoledi: è il Nacional. La squadra allenata da Gustavo Diaz ha ottenuto un’importante vittoria in casa del Deportivo Toluca: la doppietta di Sanchez e la rete di Alonso hanno rimontato per due volte i messicani e regalato la vetta nella classifica del gruppo 1. Il primo vantaggio per la squadra di Enrique Mez arriva al 22′ grazie al bel colpo di testa di Tejada bravo ad anticipare Scotti e battere Bava sul cross di Cabrera. Nell’infuocato Nemesio Diez, il pareggio degli ospiti è frutto di una grande azione partita dalla propria trequarti e la finalizza Vicente Sanchez al 47′ dopo che Talavera non trattiene un insidioso cross dalla sinistra di De Pena. Cinque minuti dopo il nuovo vantaggio dei padroni di casa lo sigla Benitez che, in campo da inizio ripresa al posto di Baez, riceve palla da Lucas Silva e beffa Bava con un preciso piatto sinistro. La gioia dei padroni di casa dura solo pochi minuti: al 55′ Sanchez riporta il risultato in parità poi, 120” più tardi Alonso ammutolisce lo stadio con un grande sinistro da posizione impossibile che infila nuovamente Talavera per il 3-2 finale.

Vittoria esterna anche per il Tijuana: i messicani di Mohamed ottengono i primi 3 punti con il successo in casa del Millonarios. I colombiani guidati da Hernan Torres, pur dominando per quasi tutti i 90′, non sono stati lucidi in zona gol e sono andati veramente vicini alla segnatura solo nel primo tempo con Renteria nell’occasione fermato ottimamente da Saucedo. Allo stadio Nemesio Camacho di Bogotà la rete che decide il match arriva dopo che l’arbitro venezuelano Escalante ne aveva annullata una a Marquez per fuorigioco. E’ il 62′ quando Ruiz sfodera un destro imprendibile per Delgado sul cross di Castillo e lancia il Tijuana al primo posto nella classifica del gruppo 5.

Più largo il successo con cui l’Olimpia ha regolato l’Universidad Chile. Sonora sconfitta per i cileni che allo stadio Defensores del Chaco si sono arresi per 3-0. A Asuncion le cose si mettono subito male per gli uomini di Franco che al 2′ incassano il golasso da trenta metri di Salgueiro (Herrera impotente) poi dopo pochi minuti subiscono il raddoppio su mischia in area risolta da Ortiz (Herrera non esente da colpe). Un inizio choc per la ‘U’ che non riesce a ribaltare la situazione e a inizio ripresa viene nuovamente colpita. Clamorosa la disattenzione difensiva che propizia la rete del 3-0 di Candia e permette ai paraguaiani di Almeida di raggiungere Newells Old Boys e la stessa Universidad Chile in vetta alla classifica del gruppo 7. Il fanalino di coda Deportivo Lara stasera cercherà stanotte i primi punti contro gli argentini di Martino.

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.