Francesco Guidolin
Francesco Guidolin
Francesco Guidolin, tecnico dell’Udinese

Dopo la presentazione ufficiale della squadra e la notizia del prolungamento del contratto con Vincenzo Montella per la Fiorentina è tempo di gare ufficiali. Stasera è infatti in programma l’andata dei playoff dell’Europa League 2013-14, l’avversario sarà il Grasshopper. Gli svizzeri, che nel terzo turno preliminare di Champions hanno messo paura al Lione e hanno alle spalle già cinque gare di campionato (sono terzi con 9 punti), non dovrebbero rappresentare un grosso ostacolo per il club gigliato ma le insidie in questo periodo sono dietro l’angolo e per questo motivo è vietato prendere sottogamba l’impegno. Lo stadio di Letzigrund di Zurigo stasera sarà il rivale numero 12 per i toscani che potrebbero schierare fin dall’inizio la coppia dei sogni Giuseppe Rossi-Mario Gomez. Ma obiettivamente è più probabile un tridente formato da Cuadrado, Gomez e Joaquin. Montella chiede ai suoi massima concentrazione e, nella conferenza stampa della vigilia, non svela i titolari: “Servirà la miglior Fiorentina. Mi auguro di vedere una squadra solida perchè questa è la partita vale una stagione intera. Per noi la vetrina europea è importante quindi ci teniamo ad essere protagonisti”. Le domande dei giornalisti sono concentrate ovviamente su Gomez e Ljajic. “Il nostro centravanti può crescere e fare di più: è un giocatore importante e la squadra deve imparare a conoscerlo meglio. Ljajic è sereno, ma potrebbe essere condizionato dalla situazione che lo vede coinvolto nel calciomercato”. L’ultima battuta è per Rossi: “Non è ancora al top ma nel calcio sono molto importanti le motivazioni”.
La seconda italiana impegnata stasera è l’Udinese. I bianconeri, al contrario dei viola, giocheranno i primi 90′ in casa e vogliono risolvere la ‘pratica’ Slovan Liberec senza dover attendere il ritorno. Dopo aver strapazzato il Siroki nel terzo turno preliminare, i friulani di Francesco Guidolin si troveranno davanti i cechi che nel turno precedente hanno eliminato con un doppio 2-1 lo Zurigo. Avversario non temibile lo Slovan ma la prudenza non è mai troppa come spiega Guidolin: “
Dobbiamo cercare di fare una buona partita soprattutto dal punto di vista caratteriale. Lo Slovan è una squadra generosa e tosta che gioca in Europa dal duemila ed è a ridosso delle prime in campionato. Non sottovalutiamo l’avversario”. “Non faccio mai appelli-  ha proseguito l’allenatore dei bianconeri -, le risposte dobbiamo darle noi sul campo, ma spero che le previsioni che dicono ‘poche prevendite’ siano sbagliate e che la gente risponda visto che le vacanze sono finite e il clima è gradevole. E’ vero che ci sono dei disagi (il Friuli non è agibile, la partita si giocherà a Trieste ndr), e che continueranno, ma dovremo essere bravi ad accettarli”. ECL EUROPA

 ©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.