Jonathan Soriano (Salisburgo)
Jonathan Soriano (Salisburgo)
Jonathan Soriano (Salisburgo)

Oltre Fiorentina e Udinese altre 56 squadre sono scese ieri in campo per l’andata degli spareggi dell’Europa League 2013-14. Poche sorprese e tantissimi gol hanno caratterizzato la lunga serie di partite. Da sottolineare la facilità con cui Tottenham, Salisburgo e Swansea City si sono sbarazzate delle dirette avversarie rendendo inutile i match di ritorno. Gli inglesi di Villa Boas, messo da parte per due ore il tormentone Gareth Bale, in Georgia hanno rifilato cinque reti alla Dinamo Tblisi e messo in bella mostra l’ex Valencia Soldado autore di una doppietta. Altrettanti i gol con cui gli austriaci guidati da Schmidt hanno ‘maltrattato’ lo Zalgiris alla Red Bull Arena: protagonista assoluto del match il bomber spagnolo Soriano che ha superato tre volte il ‘povero’ Vitkauskas. Cinque anche le reti (due personali di Routledge) dei gallesi allenati dall’ex juventino Michael Laudrup contro il Petrolul che è solo riuscito a siglare il gol bandiera con Grozav. Roboanti anche le vittorie del Siviglia e dell’Esbjerg: gli spagnoli non hanno avuto problemi col lo Slask Wroclaw che, passato sorprendentemente in vantaggio dopo un quarto d’ora con Marco Paixao, è stato rimontanto dalla doppietta di Marine e dai gol di Rakitic e Gameiro. Più complicato il successo dei danesi sul Sant’Etienne: il 4-3 ottenuto all’Event Park non può lasciare tranquilli in vista del ritorno della prossima settimana. Vittorie di misura che non significano qualificazione anche le semisconosciute Kuban’ Krasnodar, Tromso, Rijeka e Chornomorets Odessa: i secondi 90′ in casa rispettivamente di Feyenoord, Besiktas, Stoccarda e Skënderbeu Korçë saranno molto difficili e la fase a gironi oggi è ancora molto lontana. Non hanno di questi problemi Eintracht Francoforte, Maccabi Haifa, Standard Liegi, Rubin Kazan, Trabzonspor, Apollon, Genk e Estoril: i due a zero costringono Qarabag, Astra Giurgiu, Minsk, Molde, Kukesi, Nice, FH e Pasching a compiere le imprese e francamente in poche pensiamo siano in grado di centrare l’obiettivo. Ottimi tris esterni per Dinamo Kiev, AZ e Dnipro: l’Aktobe dovrebbe ‘accompagnare’ nelle eliminazioni Atromitos e Kaljiu nonostante l’autogol dell’ex Bordeaux Tremoulinas e la rete di Khayrullin. Uno a uno fiduciosi per Spartak Mosca, Nordsjaelland (lo scorso anno inserita nel girone della Juventus in Champions League), Sheriff e APOEL: nei return match anche un pari a reti bianche sarebbe sufficiente per avere la meglio su St Gallen, Elfsborg, Vojvodina e Zulte-Waregem. In ogni caso meglio non fidarsi e cullarsi sugli allori. Un piede e mezzo invece lo hanno già messo nella fase a gironi Real Betis che ha compiuto il blitz (2-1) in casa dello Jablonec e lo Sporting Braga corsaro in Romania contro il Pandurii Targu Jiu grazie a Yazald. Ha chiuso l’andata degli spareggi lo striminzito ma prezioso 1-0 del Rapid Vienna sul Dila; sarà sufficiente la rete di Schaub per la trasferta in Georgia? La risposta tra sette giorni. ECL EUROPA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.