Pablo Escobar (The Strongest)
Pablo Escobar (The Strongest)
Pablo Escobar (The Strongest)

Doveva essere la partita che avrebbe regalato la quasi qualificazione agli ottavi di finale. La trasferta del Velez Sarsfield in Bolivia è invece costata la prima sconfitta nella fase a gironi della Coppa Libertadores 2014. Straripante l’inizio gara dello Strongest nel gremitissimo Hernando Siles ma Aguerre è sempre attento nelle incursioni dei padroni di casa come il collega Vaca bravissimo a respingere in corner un fortissimo tiro dalla distanza di Correa. A La Paz per vedere le reti bisogna attendere la seconda frazione di gioco e il protagonista assoluto è il sempreverde Pablo Daniel Escobar. Il 35enne centrocampista al 56′ realizza il penalty concesso dall’arbitro cileno Bascunan per il fallo commesso dall’estremo difensore ospite sul capitano, poi al 77′ sigla doppietta personale e 2-0 con un gran sinistro sull’assist di Wayar. Disfatta per la squadra di Flores, gioia e primo posto in classifica nel gruppo A (in coabitazione col Velez) per i gialloneri di Villegas che non dimenticheranno questa magica serata. Giovedì l’Atletico Paranaense tenterà di raggiungere la coppia capolista cercando i 3 punti in Perù con l’Univeristario.
Sempre in Perù intanto è già arrivato il successo dell’Universidad Chile contro il Real Garcilaso. E che successo. I cileni a Huancayo erano infatti sotto per la rete subita al 36′ da Ferreira (tocco chirurgico a beffare Marin sul passaggio di Santillan) ma sono stati bravi a rimontare e quindi a raggiungere in testa al gruppo 5 il Defensor Sporting che, in dieci uomini dal 68′ (rosso per doppia ammonizione a Arias), con un doppio Felipe Gedoz in Uruguay ha regolato la pratica Cruzeiro (sullo 0-1 Dagoberto sbaglia un rigore). La squadra guidata da Romero trova quasi subito il pari con la magica punizione da 25 metri di Fernandez, poi a 15′ dalla fine si aggiudica i tre punti grazie all’argentino Gutierrez che da pochi passi insacca sul corner dello scatenato Fernandez e con la difesa di Garcia immobile. Le emozioni finiscono con la doppia espulsione di Ferreira e Lichnovski che al 92′ guadagnano in anticipo gli spogliatoi.
Vittoria per 2-1 e vetta della classifica conquistata anche per l’Emelec. Gli ecuadoriani a Guayaquil battono il Club Leon lasciandogli la seconda piazza del girone 7. Mattatore della serata allo stadio George Capwell è Luis Miguel Escalada. Il numero sette di Quinteros entra in campo al 5′ per l’infortunato Gimenez e subito dopo (era il 16′) firma l’1-0 con uno stupendo sinistro dalla distanza che trova impreparato Yarbrough. Poi a metà ripresa (dopo il momentaneo pari dei messicani firmato al 22′ da Pena al termine di una superba azione personale nella quale alla fine ha saltato pure il portiere Dreer) mette a segno doppietta personale e terzo gol in questa Libertadores infilando l’estremo difensore ospite da pochi passi. I messicani di Matosas cercheranno riscatto la prossima settimana tra le mura amiche nel nuovo match con l’Emelec. Giovedì notte intanto il Flamengo proverà a vincere e quindi andare in vetta: l’ostacolo è il Bolivar.
Le doppiette della notte sono state completate da quella di Bocanegra che però è servita solo ad evitare la sconfitta interna all’Atletico Nacional contro il Nacional. Allo stadio Atanasio Girardot di Medellin i colombiani infatti sono stati colpiti a freddo dal rosso sventolato a Bernal e successivamente dalle reti uruguagie di De Pena e Garcia. Gli uomini di Osorio con questo inatteso mezzo passo falso perdono la possibilità di raggiungere in testa al gruppo 6 il Gremio che venerdì ospiterà il Newells Old Boys.
Altrettanto deludente il pareggio interno del Deportivo Anzoategui con il Club Santos Laguna. L’uno a uno (Arteaga risponde a Peralta) in Venezuela lascia i ragazzi di Betancourt al penultimo posto e permette invece ai messicani di Pedro Caixinha di mantenere da imbattuta il comando in classifica nel gruppo 8 in attesa del match di domani notte tra Arsenal de Sarandì e il Penarol. LECHAMPIONS AMERICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.