Omar Sivori mette fine all'inviolabilità del Bernabeu
Omar Sivori mette fine all'inviolabilità del Bernabeu
Con questo gol Omar Sivori firma la prima sconfitta europea del Real Madrid al Bernabeu

Nate per vincere: 14 partite, nessun pareggio, 7 vittorie a testa. Una rivalità nata 51 anni fa. Il primo confronto tra Real Madrid e Juventus risale al 14 febbraio 1962, quando il Real campione di Spagna e già cinque volte campione d’Europa al vecchio Comunale di Torino supera di misura i campioni d’Italia con un gol di Alfredo Di Stefano. Due settimane più tardi al Bernabeu la Juve restituisce il favore con Omar Sivori (l’anno prima premiato con il Pallone d’oro) che firma al 38′ il gol partita per i bianconeri. Una partita che la Juventus comincia con la casacca nera e che concluderà in viola: durante l’intervallo Di Stefano aveva protestato con l’arbitro perché le divise dei giocatori italiani erano uguali a quelle della terna arbitrale e perciò “indistinguibili”. Il capitano degli spagnoli porta con sé la soluzione: la seconda maglia del Real. L’argentino consegna al direttore di gara una muta di maglie viola, obbligandolo a farle indossare agli avversari: “O mettono queste o non torniamo in campo”. Obbediscono tutti, arbitro e avversari, ma il risultato non cambia e il Real subisce la prima sconfitta casalinga nelle coppe della sua storia. Due giorni dopo a Parigi si gioca lo spareggio con Felo che sblocca il punteggio per gli spagnoli al primo minuto, risponde Sivori al 35′, ma nella ripresa Del Sol e Tejada firmano il 3-1 del Real che poi supererà lo Standard Liegi per perdere la finale contro il Benfica campione uscente.
Il pathos e l’equilibrio saranno una costante nei confronti tra bianconeri e madrileni: mai più di due gol di scarto nei successi delle due squadre. Nel 1986-87 all’andata al Beranbeu segna Butragueno, mentre al Comunale un gol di Cabrini manda la sfida va ai rigori: gli errori di Brio, Manfredonia e Favero condannano i campioni d’Italia (segna solo Vignola), mentre all’errore iniziale di Hugo Sanchez pongono rimedio Butragueno, Valdano e il povero Juanito. La rivincita italiana arriverà nei quarti dell’edizione 1995-96 che poi i bianconeri si aggiudicheranno, proprio ai rigori, nella finale di Roma sull’Ajax.
Il Real non deve aspettare troppo per consumare una vendetta ancora più cocente: il 20 maggio 1998 nella terza finale di Coppa Campioni consecutiva giocata dai bianconeri, Pedrag Mijatović sigla al 67′ il gol vittoria per i madrileni che conquistano così il settimo titolo continentale, mentre la Juve colleziona la seconda sconfitta dopo quella patita un anno prima per mano del Borussia Dortmund. La Juventus eliminerà il Real nel 2003 e nel 2005, e si prenderà la soddisfazione di vincere tutte e due le sfide nella fase a gironi della Champions 2008-09, con una doppietta di Alex Del Piero nel 2-0 ottenuto al Bernabeu. ECL EUROPA

Real Madrid vs Juventus: i precedenti

Coppa Campioni 1961-62 – Quarti di finale
28.2.1962 Real Madrid-Juventus 3-1
26.2.1962 Real Madrid-Juventus 0-1
14.2.1962 Juventus-Real Madrid 0-1
[vsw id=”d05nv7Soc_k” source=”youtube” width=”265″ height=”218″ autoplay=”no”][vsw id=”pFlNI_pAaik” source=”youtube” width=”265″ height=”218″ autoplay=”no”]
Coppa Campioni 1986-87 – Ottavi di finale 
5.11.1986 Juventus-Real Madrid 1-0 (1-3 dcr)
22.10.1986 Real Madrid-Juventus 1-0
UEFA Champions League 1995-96 – Quarti di finale
30.3.1996 Juventus-Real Madrid 2-0
5.3.1996 Real Madrid-Juventus 1-0
UEFA Champions League 1997-98 – Finale
20.5.1998 Real Madrid-Juventus 1-0
UEFA Champions League 2002-03 – Semifinali
14.5.2003 Juventus-Real Madrid 3-1
6.5.2003 Real Madrid-Juventus 2-1
UEFA Champions League 2004-05 – Ottavi di finale
9.3.2005 Juventus-Real Madrid 2-0 dts
22.2.2005 Real Madrid-Juventus 1-0
UEFA Champions League 2008-09 – Fase a gironi 
5.11.2008 Real Madrid-Juventus 0-2
21.10.2008 Juventus-Real Madrid 2-1

Vittorie Real Madrid: 7

Vittorie Juventus: 7

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.