Medina (Santa Fé)
Medina (Santa Fé)
Wilder Andrés Medina Tamayo

L’Independiente Santa Fé mette molto più di un piede nella semifinale della coppa Libertadores 2013. Difficile ipotizzare qualcosa di diverso con il perentorio 3-1 messo in cascina dopo la trasferta in casa del Real Garcilaso. Ieri a Cusco le due sorprese della Bridgestone hanno giocato l’andata dei quarti di finale e ora solo una debacle dei colombiani potrebbe far rinascere i peruviani nel ritorno della prossima settimana a Bogotà. Grande partenza della squadra di Freddy Garcia allo stadio Inca Garcilaso de la Vega: prima Ferreira poi Montes vanno vicinissimi al gol nel giro di pochi minuti mettendo paura all’estremo difensore ospite Vargas. La regola del gol mancato-gol subito vige anche in Sudamerica, quindi l’Independiente, alla prima vera incursione in area avversaria, fa centro: al 20′ Marino Garcia serve Meza che solo soletto nei pressi dell’area piccola non sbaglia e da pochi passi infila l’incolpevole Carranza. Difesa peruviana in bambola anche 3′ più tardi: inguardabili Guadalupa e Lojas che permettono a Cuero di servire Medina con un fantastico colpo di tacco che il numero 11 di Gutierrez (al terzo gol nel torneo) sfrutta alla perfezione battendo nuovamente il numero uno argentino. Uno-due micidiale ai danni del Real che a inizio al 26′ spreca la grandissima occasione di riaprire il match sbagliando (tiro fuori) un calcio di rigore con Ramos e concesso dall’arbitro brasiliano Vuaden per un mani in area di Anchico. Prima del riposo i padroni di casa sbagliano ancora per due volte l’uno a due con Montes, mentre l’Independiente non trova il 3-0 per un clamoroso errore dello scatenato Medina. Il terzo gol per gli ospiti è comunque solo rinviato a inizio ripresa quando Bogado ‘serve’ goffamente Cuero (per lui secondo centro in Libertadores) che non ha problemi a insaccare da posizione favorevole. E’ il gol che fa esplodere nuovamente i pochi tifosi del Santa Fé arrivati in Perù e molto probabilmente lancia i colombiani in semifinale anche se mancano ancora i 90′ del ritorno e anche tenendo in considerazione lo strepitoso gol-bandiera siglato da Ramua (in campo dal 58′ per Gamarra) da 30 metri a metà ripresa.

Finisce invece a reti bianche il primo atto del duplice confronto di quarti tra Fluminense e Olimpia. Tutto rimandato quindi al ritorno in Paraguay di giovedi prossimo nonostante ieri a Rio de Janeiro sia stata netta la supremazia territoriale degli uomini di Abel Braga. Possesso palla sì spietattezza in zona gol meno: serata da dimenticare per i vari Fred, Rhayner e Wellington Nem. Senza esito anche i tentativi di cambiare ‘musica’ con gli ingressi di Rafael Sobis, Felipe e Samuel Rosa. Esce quindi indenne la squadra di Almeida dallo stadio intitolato a Vasco da Gama ma la semifinale è tutt’altro che scontata. A Asuncion infatti i rossoverdi avranno a disposizione due risultati su tre: la vittoria ovviamente, ma anche un pari con reti. L’Olimpia cercherà invece di fare suo il match davanti al proprio pubblico per approdare ad una storica semifinale: ci proverà senza Aranda ieri espulso per doppia ammonizione e inutilizzabile al Defensores del Chaco. Stanotte le altre due gare di andata dei quarti di finale: il derby argentino tra Newells Old Boys e Boca Juniors e Tijuana-Atletico Mineiro. ECL AMERICA

Coppa Libertadores 2013 – Andata Quarti di finale / Cusco, stadio Inca Garcilaso de la Vega

REAL GARCILASO-INDEPENDIENTE SANTA FE’ 1-3

Real Garcilaso: Carranza, Herrera, Guadalupe (46′ Huerta), Bogado, Lojas, Santillan (74′ Acosta), Ramos, Retamoso, Gamarra (58′ Ramua), Montes, Ferreira. All. Garcia
Santa Fè: Vargas, Valdes, Garcia, Meza, Bedoya, Valencia, Anchico, Perez (90′ Quinones), Torres, Medina (77′ Molina), Cuero (57′ Martinez Borja). All. Gutierrez

Arbitro: Vuaden (Brasile)
Marcatori: 20′ Meza, 23′ Medina, 54′ Cuero, 64′ Ramua
Ammoniti: Lojas, Ramos, Meza, Anchico

Coppa Libertadores 2013 – Andata Quarti di finale / Rio de Janeiro, stadio Club de Regatas Vasco da Gama

FLUMINENSE-OLIMPIA 0-0

Fluminense: Diego Cavalieri, Leandro Euzebio, Bruno (73′ Rafael Sobis), Carlinhos, Digao, Edinho (85′ Samuel Rosa), Wagner (77′ Felipe), Jean, Fred, Rhayner, Wellington Nem. All. Abel Braga
Olimpia: Silva, Manzur, Candia, Miranda, Salinas, Jimenez (66′ Perez), Aranda, Ortiz, Jorge Baez (56′ Ariosa), Salgueiro (46′ Castorino), Bareiro. All. Almeida

Arbitro: Silvera (Uruguay)
Ammoniti: Bruno, Carlinhos, Edinho, Jean, Manzur, Ortiz. Espulsi: Aranda

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.