Amauri (Torino)
Amauri (Torino)
Amauri (Torino)

E finalmente arrivata la prima rete con la maglia del Torino di Amauri. Un digiuno che sembrava non volesse terminare e che invece si è interrotto nella terza giornata della fase a gironi dell’Europa League. ‘Vittima’ è stato l’Helsinki fanalino di coda del gruppo B (a quota 0 punti) guidato dai granata con 7 lunghezze con il Club Brugge (5) e il Copenaghen (4) a seguire e che ieri hanno pareggiato lo scontro diretto in Belgio per 1-1 (botta e risposta nei minuti finali tra Amartey e Victor Vazquez). Allo stadio Olimpico la squadra di Giampiero Ventura si è sbarazzata dei modesti finlandesi con una rete per tempo: sblocca il match Molinaro al 35′ con una bella conclusione al volo sul cross di Darmian, lo chiude l’ex bomber del Parma al 58′ con un forte destro da fuori area sul quale Eriksson (in campo dal 46′ per l’infortunato Doblas) nulla ha potuto.

Turno casalingo tutt’altro che felice invece per l’Inter. I nerazzurri, nello storico giorno dell’addio di Massimo Moratti alla carica di presidente onorario del club, ottengono solo un pari a reti bianche con il Sant’Etienne. Primo pareggio europeo quindi per gli uomini di Walter Mazzarri dopo 4 vittorie consecutive tra preliminari e gironi. Guarin e compagni restano comunque al comando del gruppo F con 7 punti seguiti dal Qarabag (4), dai francesi (3) e dal Dnipro ultimo in classifica e ieri battuto a domicilio dagli azeri (decisivo Muarem). Una vetta in classifica confermata che comunque non ha evitato i fischi con cui il pubblico di San Siro ha accompagnato la squadra negli spogliatoi. LECHAMPIONS EUROPA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.