Jonathan Soriano (Salisburgo)

Valencia-Swansea era la partita più attesa della prima giornata della fase a gironi di Europa League. Due squadre abituate a giocare un calcio arioso e tecnico, che però nei rispettivi campionati hanno finora raccolto meno di quanto previsto: per entrambe solo 3 punti dopo 4 gare. Per il Valencia la sfida coi gallesi era l’occasione di riscattare il 3-1 subito col Betis in campionato, mentre per lo Swansea era prioritario dare seguito al bel 2-2 conquistato contro la capolista Liverpool nel posticipo del lunedì. Duello alla pari doveva essere ma non è stato: dopo appena 10 minuti i valenciani restano in dieci per l’espulsione di Rami e al 14′ l’ivoriano Bony porta in vantaggio lo Swansea. I gallesi di Miki Laudrup completano la demolizione dei padroni di casa nella ripresa con Michu e De Guzman. Per il Valencia ormai si deve parlare di crisi. Nell’altra sfida del girone A il St Gallen supera 2-0 i russi del Kuban con reti di Karanovic e Mathys nella ripresa.

Due vittorie in trasferta nel girone B: il Chornomorets vince 2-1 in casa della Dinamo Zagabria, mentre il Ludogorets supera 2-0 il PSV al Phillips Stadion di Eindhoven. La formazione olandese non vince una partita da un mese. L’ottimo avvio della gestione Cocu e la bella prestazione nell’andata del playoff di Champions contro il Milan sembrano ricordi lontani. Con squadre imbottite di troppi giovani può capitare: si passa dall’euforia alla depressione con molta disinvoltura. Cocu dovrà essere bravo a rimettere in carreggiata i suoi.
Jonathan Soriano (Salisburgo)
Una tripletta di Jonathan Soriano e un gol del brasiliano Alan firmano il 4-0 con cui l’Austria Salisburgo regola l’Elfsborg, arrivato in Europa League dopo aver impensierito il Celtic nel Teroz turno preliminare di Champions. Ma di quella squadra tenace e quadrata a Salisburgo non si è vista traccia: gli svedesi hanno concesso due gol per tempo agli austriaci e fatto molto poco per giustificare la trasferta alla Red Bull Arena. Ancor più sorprendente l’altro risultato del girone C: il 2-1 dei danesi dell’Esbjerg in casa dello Standard Liegi, ottenuto con un gol di Mushaga Bakenga al 95′.

Nel girone D il Rubin Kazan vince 5-2 in casa del Maribor mentre nessun gol tra Zulte Warengem e Wigan.

Vittoria netta per la Fiorentina al Franchi sui portoghesi del Pacos de Ferreira: Rodríguez, Ryder Matos e Giuseppe Rossi firmano il 3-0 per la squadra di Montella che guida il girone E assieme al Dnipro vincitore in Romania sul Pandurii grazie al gol di Rotan al 38′.

Nel girone F pari senza reti tra Maccabi Tel Aviv e Apoel Nicosia, mentre l’Eintracht Francoforte liquida con un secco 3-0 un Bordeuax mai in partita: sotto di due gol dopo 16 minuti, i transalpini subiscono la terza rete al 52′ e restano in dieci nella mezzora finale per l’espulsione di Orban.

Thun e Genk sono le prime capoliste (a sorpresa) del girone G grazie ai successi di misura ottenuti rispettivamente sul Rapid Vienna e in casa della Dinamo Kiev. Nel girone H il Siviglia espugna il campo dell’Estoril (2-1), mentre lo Slovan Liberec chiude il primo tempo in svantaggio 2-0 a Friburgo ma riesce a strappare il 2-2 con due reti in nove minuti di Kalitvintsev e Rabusic. Poker del Votria Guimaraes ai danni del Rijeka nel girone I, mentre reti inviolate tra Betis Siviglia e Lione in uno dei match più attesi.

Un gol di Hernanes assicura il successo alla Lazio nella sfida all’Olimpico contro il Legia Varsavia che dà subito la vetta del girone J ai biancocelesti, a pari merito col Trabzonspor. Il club turco con Malouda e Bosingwa sembra un piccolo cimitero degli elefanti del Chelsea, ma i due ex blues sono stati tra i principali protagonisti del 2-1 ottenuto in rimonta sul campo dell’Apollon Limassol: decisivo un gol a quattro minuti dalla fine di Erdogan.

Vecchie e nuove facce in evidenza a White Hart Lane con Defoe (doppietta) e il neo acquisto Eriksen che firmano il 3-0 sul Tromso. Zero a zero tra Sheriff e Anzhi nell’altra sfida del girone K. Successo esterno dell’AZ ad Haifa e vittoria in rimonta per il Paok sullo Shakhter Karagandy nel girone L. ECL EUROPA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.