River ko, Al Ain in finale

E sono tre. L’Al Ain elimina ai rigori il River Plate, fresco vincitore della Libertadores, e conquista la finale del Mondiale per club 2018, con la possibilità di diventare la prima squadra asiatica a laurearsi campione del mondo. Possibilità non remota visto il cammino del club degli Emirati: entrato nel torneo come campione nazionale del paese ospitante, nel preliminare ha superato ai rigori il Team Wellington, campione d’Oceania, dopo aver recuperato tre gol di svantaggio; nei quarti ha liquidato 3-0 l’Esperance, campione d’Africa, e in semifinale, ancora ai rigori, ha eliminato il River Plate, che, dopo aver avuto la meglio sui rivali del Boca Juniors nel “Superclassico finale”, puntava a riportare la Coppa Intercontinentale in Sud America, dopo cinque successi di fila dei club europei.
In svantaggio dopo appena tre minuti per merito del centravanti svedese Marcus Berg, il River ribalta il risultato in poco meno di un quarto d’ora con Borre, che pareggia all’11’ e raddoppia al 16′. Se qualcuno tra gli argentini si illude di aver la finale in pugno dopo la paura iniziale ed essere pronto a dilagare, si ricrede presto. L’Al Ain non sbanda e non molla, va invece all’attacco e dopo un gol di Elshahat annullato da Rocchi, con l’aiuto del Var che rileva un netto fuorigioco, trova il 2-2 in avvio di ripresa, grazie al brasiliano Caio.
Al 70′ il River manca l’occasione del 3-2 con Gonzalo Martinez, che centra la traversa dal dischetto, fallendo così il rigore concesso per il fallo di Ahmad su Milton Casco. Il 2-2 sopravvive anche ai supplementari e si va ai calci di rigore. Gli arabi fanno cinque su cinque, mentre gli argentini falliscono l’ultimo rigore con Enzo Perez, che si fa parare da Eisa Saeed una conclusione a mezza non troppo angolata né potente. Nuovo finale da protagonista per l’estremo difensore locale, dopo i rigori salvati nella sfida col Team Wellington.
La prima semifinale era stata preceduta dalla finale per il quinto posto, vinta 6-5 ai rigori dall’Esperance Tunisi sul Chivas, dopo che i regolamentari si erano chiusi sull’1-1. Domani seconda semifinale col Real Madrid che affronterà il Kashima Antlers, per provare a raddrizzare un avvio di stagione finora deludente. LECHAMPIONS

Mondiale per Club 2018 – Semifinale / Al Ain, Hazza Bin Zayed Stadium

RIVER PLATE-AL AIN 2-2 (4-5 dcr)

River: Armani, Pinola, Maidana, Casco, Montiel, Ponzio (87′ De la Cruz), Martinez (90′ Scocco), Fernandez (55′ Quintero), Palacios (55′ Perez), Pratto, Borré. All. Gallardo
Al Ain: Essa, Ahmad, Fayez, Ahmed, Shiotani, Doumbia (107′ Nader), M. Abdulrahman (64′ Yaslam Mohamad), Barman (82’A. Abdulrahman), Caio, El Shahat, Berg (75′ Mohammed). All. Mamic

Arbitro: Rocchi (Italia)
Ammoniti: Pinola, Casco, Borré, De la Cruz; Ahmad, Caio, El Shahat.
Reti: Borré 11′ 16′; Berg 3′, Caio 51′. Sequenza rigori: Caio gol, Scocco gol, Shiotani gol, Quintero gol, Mohammed gol, A. Abdulrahman gol, Pratto gol, Borré gol, Mohamad gol, Perez errore.