Junior Walter Messias (Milan)

Bellissima serata per le italiane impegnate nella quinta giornata della fase a gironi dell’UEFA Champions League 2021-22. Protagoniste le due milanesi inserite nei gruppi B e D. Nel primo, vista la situazione di classifica disperata, il Milan aveva solo un risultato disponibile per continuare a sperare nella qualificazione agli ottavi di finale: la vittoria. E’ arrivata nel difficilissimo Wanda Metropolitano contro l’Atletico Madrid. Un match quello dei rossoneri vinto con personalità e coraggio e soprattutto grazie alla primo gol in Champions di Junior Walter Messias. Il 30enne attaccante brasiliano (diventato professionista solo a 28 anni con la maglia del Crotone!) al minuto 65 sostituisce Krunic e poco prima del triplice fischio insacca di testa (per la quarta volta nella sua carriera, le altre reti non di piede le aveva siglate alla Caratese, alla Bustese e all’Arzachena) sul pregevole cross di Kessie (oltre all’assist, grande partita la sua) non lasciando scampo a Oblak. “I ragazzi ci hanno creduto sempre, è stata una prova di maturità importante. Messias? Ha grandi qualità, la sua bellissima storia è solo all’inizio”, ha detto Stefano Pioli a fine match. I rossoneri ringraziano anche il Liverpool per aver battuto (2-0, quinto successo di fila per i reds già qualificati) il Porto secondo in classifica con 5 punti davanti agli italiani e agli spagnoli. Non si può festeggiare troppo perché nella sesta giornata, oltre alla vittoria contro la squadra di Klopp, servirà un pari proprio tra i portoghesi e gli uomini di Simeone. Combinazioni possibili ma tutt’altro che semplici da realizzare.
Non ha più di questi problemi l’Inter che ha piegato 2-0 (doppio Dzeko) lo Shakhtar Donetsk di De Zerbi (per lui un solo punto e nemmeno la consolazione dell’Europa League) assicurandosi la qualificazione come seconda dietro al Real Madrid vincente per 3-0 in casa dello Sheriff Tiraspol.
Come Liverpool e Bayern Monaco, anche l’Ajax vola a punteggio pieno. Lo fa soprattutto grazie alla doppietta di Haller (9 centri complessivi sinora per l’ex bomber del West Ham) che piega a domicilio il Besiktas fanalino di coda e ancora a secco. Nell’altra sfida del raggruppamento C lo Sporting Lisbona non lascia scampo al Borussia Dortmund con Pote e Pedro Porro scavalcandolo in classifica.
Chiudiamo con il girone A dove la sfida tra le regine Manchester City e Paris Saint Germain la portano a casa gli inglesi in rimonta. All’Etihad Stadium succede tutto nella ripresa: Mbappé porta in vantaggio i francesi poi Sterling e Gabriel Jesus fanno sorridere Pep Guardiola che è già sicuro della prima piazza con 90′ di anticipo. Nell’altro incontro il Lipsia travolge il Club Brugge per 5-0 (doppiette per Nkunku e Forsberg) e fa un bel passo avanti verso la retrocessione nell’Europa minore. LECHAMPIONS EUROPA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.