Un gol per tempo e il Real Madrid si prende anche il Mondiale per club 2014. La 22ma vittoria consecutiva dei madrileni vale il titolo di campioni del mondo e mai come questa volta si può dire che la Fifa Club World Cup incorona la squadra più forte del pianeta. Solo il Bayern Monaco al momento può rappresentare una minaccia per i blancos. Non poteva essere certo il San Lorenzo la squadra capace di impedire agli uomini di Ancelotti di mettere le mani sul trofeo che una volta si chiamava coppa Intercontinentale.
Da metà settembre il Real non sa far altro che vincere: mancano solo due gare per eguagliare il record mondiale del Coritiba di 24 vittorie di fila in tutte le competizioni. Contro i campioni d’Europa gli argentini hanno provato senza successo a ribaltare una sentenza già scritta. Troppo forte il Real, troppo grande il divario che a livello di club separa il calcio europeo e quello sudamericano: nelle ultime otto edizioni del Mondiale per club sette i successi europei (l’eccezione è la vittoria del Corinthians nel 2012).
La finale, così come la semifinale col Cruz Azul, ha visto Sergio Ramos negli inusuali panni del goleador e ancora una volta l’assenza di Cristiano Ronaldo nel tabellino marcatori. Al 37′ il difensore bissa il gol siglato contro i messicani girando ancora una volta in rete di testa un corner di Toni Kroos. Al 51′ il raddoppio madrileno porta la firma di Gareth Bale, che su assist di Isco supera un Torrico non proprio impeccabile. Il gol del gallese toglie alla gara anche quel poco di pathos residuo e trasforma il resto della ripresa in semplice preludio alla consegna delle coppa. Real Madrid campione del mondo per la quarta volta nella sua storia. Si può solo applaudire. LECHAMPIONS

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.

, , , ,