Boca senza De Rossi: fa festa il River

Il River Plate batte 2-0 il Boca Juniors e avvicina la finale della Coppa Libertadores 2019. Nella gara di andata dell’attesissima semifinale giocata allo stadio Monumental, gli xeneizes orfani di Daniele De Rossi (ancora infortunato) si sono arresi alle reti di Borré (rigore concesso col VAR dopo pochi minuti) e Fernandez. Due reti e una bella prestazione (gialloblu’ troppo rinunciatari, forse troppo tardivi gli ingressi in campo decisi da Alfaro dei vari Tevez, Zarate e Salvio) che verranno difese tra tre settimane a campi inverti. Ieri nella ‘casa’ dei millonarios massicio il sistema di sicurezza garantito da 2 mila persone tra agenti e guardie, controlli con droni, videocamere ed elicotteri. Non si poteva ripetere la vergogna della scorsa finale. Impossibile però in un Superclasico evitare tensione e nervosismo nel terreno di gioco: lo hanno ‘certificato’ sette gialli e 1 rosso, quello a Capaldo al 97′. Nemmeno emozioni: oltre le reti (il 2-0 è arrivato al 70′, che bella la triangolazione di Fernandez con Suarez) da segnalare la traversa colpita da Mac Allister e l’erroraccio di Capaldo nel primo tempo e il legno centrato da Montiel, le occasioni di Scocco e le grandi parate di di Andrada nella ripresa.

E’ finito invece in parità l’altro derby di semifinale, quello brasiliano tra Gremio e Flamengo. Ma i rossoneri di Jorge Jesus forse avrebbero meritato di più. Nei primi 45′ due le reti annullate dall’arbitro Pitana (con la collaborazione del VAR): prima al capitano Everton Ribeiro poi a Gabigol. Al 70′, dopo due grandi parate di Diego Alves, il vantaggio è valido: cross dalla destra di De Arrascaeta e incornata vincente di Bruno Henrique che sovrasta Rafaele Galhardo e infila Paulo Victor sul suo palo. Dieci minuti più tardi la terza rete non convalidata dal fischietto argentino agli ospiti è ancora per l’ex bomber interista. Infine l’uno a uno che sa di beffa per il Mengao. Poco prima del 90esimo Pepe (in campo da pochissimo per Alisson) corregge in rete un traversone di Everton regalando alla squadra allenata da Renato Gaucho la possibilità di giocarsi ancora le proprie chances nella gara di ritorno in programma il prossimo 24 ottobre a Rio de Janeiro. LECHAMPIONS AMERICA