Pep Guardiola, tecnico del Bayern Monaco
Pep Guardiola, tecnico del Bayern Monaco
Pep Guardiola, tecnico del Bayern Monaco

La Roma torna (a pezzi) sulla terra. Stracciate senza impegno e appello le ambizioni (speranze) di farsi valere in Europa come in serie A. Il Bayern Monaco ha impiegato appena un tempo per dimostrare una superiorità disarmante pur giocando lontano dalle mura amiche. All’Olimpico è arrivata inesorabile la conferma che la differenza tra le migliori squadre del campionato italiano e quelle d’Europa è ancora abissale.
Incredibile la facilità con cui (per sette volte e potevano essere di più) i bavaresi sono andati al gol. Irriconoscibili e impotenti i giallorossi che hanno sì avvicinato i tre volte campioni d’Italia della Juventus in serie A ma restano distanti anni luce dai vertici del calcio europeo. Quello col Bayern era un test per misurare la grandeur della Roma e il risultato non lascia spazio a alibi o riflessioni alternative: il meglio (o quasi) del calcio italiano in un ipotetico campionato europeo per club non vale più della metà classifica.
La disastrosa terza giornata della fase a gironi della squadra capitolina è salvata (in parte) dal pareggio che il CSKA Mosca ha imposto al Manchester City, che conduceva 2-0. Il 2-2 degli inglesi in terra russa permette ai ragazzi di Garcia di mantenere due punti di vantaggio (4 contro 2) sui citizens di Pellegrini e di coltivare ancora grandi speranze di qualificazione agli ottavi di finale. Come seconda naturalmente: dopo stasera nessuno dubita più del primo posto del Bayern Monaco nel gruppo E. LECHAMPIONS EUROPA

UEFA Champions League 2014-15 – Terza giornata fase a gironi / Roma, stadio Olimpico

ROMA-BAYERN MONACO 1-7

Roma: De Sanctis, Cole (46′ Holebas), Torosidis, Yanga-Mbiwa, manolas, De Rossi, Nainggolan, Pjanic (79′ Ljajic), Totti (46′ Florenzi), Gervinho, Iturbe. All. Garcia
Bayern Monaco: Neuer, Lahm, Boateng, Benatia, Alaba, Robben, Xabi Alonso, Gotze (79′ Shaqiri), Juan Bernat, Muller (60′ Rafinha), Lewandowski (68′ Ribery). All. Guardiola

Arbitro: Eriksson (Svezia)
Reti: Gervinho 66′; Robben 8′ 30′, Gotze 23′, Lewandowski 25′, Muller rig 36′, Ribery 78′, Shaqiri 80′
Ammoniti: Iturbe, Torosidis, Nainggolan; Juan Bernat

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.